Iscriviti

Un gatto "adotta" un soldato con sindrome post traumatica

Un gatto ha avuto il merito di riportare alla vita un soldato che era afflitto da gravi effetti della sindrome post-traumatica dovuta alla guerra in cui aveva combattuto. Il gatto è stato davvero bravo nel risolvere la situazione.

Natura e Animali
Pubblicato il 2 giugno 2017, alle ore 13:00

Mi piace
16
0
Un gatto "adotta" un soldato con sindrome post traumatica
Pubblicità

Un gatto ha “adottato” un soldato appena tornato dal fronte, un americano che, come tanti che sono appena tornati dagli orrori della guerra, ha subito gli effetti della terribile sindrome post-traumatica, che lascia devastanti effetti nella mente e porta ad improvvisi scatti d’ira, momenti di grande costernazione, depressione e tentativi di suicidio.

Josh Marino, un soldato americano tornato dal fronte, ha subìto dei danni non gravi a livello del cervello, ma gli orrori della guerra lo hanno devastato nell’animo ed il povero soldato non riusciva più a vivere una vita normale, la sua anima era completamente spezzata a causa degli orrori che aveva vissuto fino a pochi mesi prima, la sua vita era in bilico e non riusciva più a sopportare il peso di condurre una vita normale.

Un giorno, mentre il soldato, in preda alla disperazione, stava fumando la sua ultima sigaretta, ha sentito un miagolio ed ecco che un gatto è spuntato dai cespugli: il gatto si è messo a fare le fusa al suo padrone e Josh non ha potuto fare altro che coccolarlo.

Il gatto, che si chiama Scout, è diventato una presenza fondamentale nella vita di Josh e lui si è reso conto che la sua esistenza stava migliorando e che la sua esistenza con il gatto lo stava riportando a condurre una vita normale.

Josh si è reso conto ancor più di questo fatto quando il gatto Scout è scappato di casa e non è più tornato. Qualche giorno dopo, in occasione del Memorial Day – il 29 maggio 2017 -, Josh ha fatto visita ad una fiera di cani e gatti da adottare e proprio in questo posto una zampa lo ha sfiorato: quella di un gatto del tutto simile al suo Scout. Il soldato ha adottato il gatto, lo ha chiamato Scout 2 ed è diventato ora il suo gatto per la vita.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - Un gatto ha letteralmente adottato il suo padrone, un soldato americano tornato dal fronte con i sintomi evidenti della sindrome post - traumatica. Il gatto Scout ha ridato la vita al soldato, il quale è uscito in pochi mesi da uno stato di profondo dolore dovuto agli orrori della guerra. Un giorno, però, Scout è scappato ed il soldato ha visitato una fiera, trovando un gatto simile al suo bel micio. I gatti hanno salvato una vita ad un uomo in preda alla disperazione , solo in questo momento ci rendiamo conto quanto gli animali siano fondamentali nella nostra vita.

Lascia un tuo commento
Commenti
Marh Carby

03 giugno 2017 - 14:48:24

Anch'io sono stata in un clima non pacifico ,ei gatti nei mia vita sono stati fondamentali e lo sono ancora

0
Rispondi