Iscriviti
scrivi

New York: nel corpo di Polizia un micio trovatello nel 60° Distretto

Martin, un gattino di circa nove mesi, è stato arruolato nel Corpo di Polizia in qualità di Ufficiale nel ruolo di mascotte del 60° Distretto. Era stato trovato a dicembre poco lontano da Brooklyn, New York, nel quartiere di Coney Island.

Natura e Animali
Pubblicato il 2 marzo 2017, alle ore 13:10

Mi piace
20
Preferiti
0
New York: nel corpo di Polizia un micio trovatello nel 60° Distretto
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Martin, un gattino di circa nove mesi, è stato arruolato nel Corpo di Polizia in qualità di Ufficiale nel ruolo di mascotte del 60° Distretto.

Era stato trovato a dicembre poco lontano da Brooklyn, New York, nel quartiere di Coney Island. Era orfano e aveva bisogno di qualcuno che amorevolmente se ne prendesse cura, di due braccia forti come quelle di un agente del New York Police Department.

L’agente racconta che quando l’ha visto il gattino gli è saltato addosso e di lì non è più sceso. Portato al Dipartimento l’agente e i suoi colleghi non sono stati capaci di abbandonarlo di nuovo, portandolo in un gattile. L’idea alternativa al agttile è stata quella di portarlo da William Taylor, Vice Ispettore e comandante di Distretto, sicuramente il gattino gli sarebbe piaciuto. Ed è stato proprio così.

Il gattino trovatello e senza un nome è stato chiamato Ufficiale Martin e gli è stato conferito il titolo di “mascotte del 60° Distretto”. Gli agenti ora fanno a gara per prendersi cura di lui. A turno gli comprano il cibo, la sabbietta e molti giochi. Martin ricambia i gesti premurosi porgendo la mano agli agenti, facendo turni in guardiola e fusa per tutti.

Martin gira liberamente in tutta la stazione, ma se c’è una stanza che predilige è proprio l’ufficio di Taylor, il comandante. In questa stanza si appisola aspettando il suo “capo” per dargli il buongiorno tutte le mattine, poi va a strusciarsi contro qualche sedia o scrivania.

Quando il sergente Raj Lalwani ne parla, lo fa con ammirazione: “E’ un gatto coccolone. E ha un gran talento ad individuare gli agenti che in quel momento hanno più bisogno del suo affetto”. Non ha parole diverse Taylor: “E’ come un cane, se lo chiami lui ti raggiunge”. Assicurando che non lo possono più lasciare aggiunge: “Oramai ha preso il controllo del distretto: è questa la sua nuova casa”.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Marilena Carraro - Ecco una storia simpatica da raccontare. M'immagino gli agenti di polizia come 'omoni' grandi e forti, abili nel maneggiare manganelli e armi, manette e quant'altro per difendere e difendersi. Li immagino con "i peli sul cuore" come si suol dire, "duri" in una parola ed invece... Si accorgono di un gattino solo e abbandonato, lo prendono a cuore e lo curano. Com'è meraviglioso il cuore dell'uomo che si sa intenerire anche di fronte ad un gattino, quanto non lo sarà con il suo simile?

Lascia un tuo commento
Commenti
Aida Rosario

03 marzo 2017 - 09:18:10

Micino bellissimo

0
Rispondi
Elena Palatini

02 marzo 2017 - 15:02:10

È bellissimo

0
Rispondi