Iscriviti
Milano
scrivi

Con il cane che fa da dottore i bimbi piangono meno

E' appurato, grazie ad una straordinaria sperimentazione, che la presenza di un cane durante le visite mediche può portare risultati molto sorprendenti. Magari in futuro tutto ciò diventerà una prassi.

Natura e Animali
Pubblicato il 17 marzo 2017, alle ore 13:19

Mi piace
13
Preferiti
0
Con il cane che fa da dottore i bimbi piangono meno
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Alcuni setter abbandonati sono stati portati nel reparto di pediatria dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano; in questa sezione del nosocomio ci sono circa 1.500 degenze annue di bambini e 3.000 diversi pazienti vi risiedono per la cura di diverse patologie.

Durante i periodi di degenza e di cura dei piccoli malati sono stati introdotti dei cani, in particolar modo dei setter portati nel reparto di pediatri dalla Frida’s Friend onlus, una associazione che si occupa di animali e, soprattutto, di cani abbandonati al loro destino. Durante le degenze dei bambini non è difficile vedere questi cani gironzolare liberamente per il reparto di pediatria, essi vanno a farsi coccolare ed accarezzare dai piccoli degenti.

I risultati sono particolarmente sorprendenti, secondo quanto illustra il professor Luca Bernardo, il responsabile di questo reparto dell’ospedale Fatebenefratelli. Secondo quanto è stato sperimentato fino ad ora, con la presenza dei quattro zampe che vanno ad avvicinarsi ai piccoli malati, le cure ed i prelievi, di solito un momento critico durante la degenza dei bambini, diventano tutte molto più facili proprio grazie alla presenza fondamentale dei setter, che alleviano il dolore dei piccoli e portano felicità e gioia ai bambini del reparto di pediatria. Sono state consegnate delle schede ai genitori dei bambini per mettere su carta i risultati della sperimentazione ed ecco che i risultati si mostrano sorprendenti.

Tra il 64% ed il 70% dei bambini presenti nel reparto di pediatria registrano dei netti miglioramenti nel loro stato di salute e soprattutto fanno registrare la scomparsa di sintomi di agitazione durante le visite, quali tachicardia ed altri elementi di disturbo poco piacevoli durante la presenza dei medici che devono applicare delle cure su di essi. La presenza dei cani si rivela fondamentale ed anch’essi fanno la loro parte di “medici” al Fatebenefratelli.

I setter sono oramai una presenza fissa all’ospedale ed il professor Luca Bernardo auspica che questo tipo di supporto ai piccoli pazienti venga applicato anche in altri ospedali, visto il grande risultato che si è concretizzato al Fatebenefratelli.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - La sperimentazione messa in atto al Fatebenefratelli di Milano è diventata oramai una prassi consolidata: la presenza di cani, in particolar modo di setter, durante la degenza di piccoli pazienti nel reparto di pediatria server ad alleviare le sofferenze e soprattutto le paure che i piccoli registrano durante le visite dei medici, le cure ed i prelievi, momenti nei quali i bimbi vanno in ansia e si agitano a causa della paura dell'applicazione delle cure. I medici a quattro zampe hanno portato grandi vantaggi a tutti durante la cura dei piccoli pazienti e l'esperimento può essere ripetuto anche in altri ospedali, visti i grandi risultati registrati durante questo bell'esperimento.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!