Iscriviti

Sony-Unlocking The Truth: contratto da 1,7 milioni per la giovane rock band

La Sony ha reso noto di aver firmato un contratto da 1,7 milioni di dollari con gli Unlocking The Truth, band composta da tre tredicenni di Brooklyn. Cosa avranno di speciale questi giovanissimi artisti?

Musica
Pubblicato il 17 luglio 2014, alle ore 00:00

Mi piace
0
Preferiti
0
Pubblicità

Un contratto da 1,7 milioni di dollari è quello che è stato appena firmato tra la Sony Music e gli Unlocking The Truth, band metal che sta a dir poco spopolando. Questa volta però non si tratta di una band conosciuta tramite qualche Talent, come spesso succede on questi ultimi anni, ma bensì proprio dal passaparola e dalla vera bravura dei tre giovanissimi artisti che hanno colpito per primo il batterista di Eric Clapton, Steve Jordan, dopo averli visti suonare a Washington Square Park due anni fa.

Gli Unlocking The Truth, la band composta da tre ragazzi di tredici anni, Malcolm Brickhouse, Jarad Dawkins e Alec Atkins, ha impressionato tutti gli amanti del genere, facendosi notare tanto da guadagnarsi l’onore di aprire recentemente concerti importanti come quello dei Guns n’ Roses. Non bastasse il trio di Brooklyn ha messo in bacheca un altro prestigioso titolo: sono infatti la band più giovane ad aver partecipato al Coachella, il festival rock della California, molto noto a livello internazionale.

Impossibile dunque per la Sony lasciarsi scappare questi tre talenti: l’accordo prevede inizialmente la registrazione di due album con una retribuzione pari a 60mila dollari per il primo, e 350mila per il secondo. Per tenersi stretta la band inoltre la casa discografica ha chiarito che se i riscontri dovessero essere positivi vi sarebbero tutti i presupposti per poter continuare con altri quattro album.

Una possibilità meravigliosa dunque per i tre ragazzi di Brooklyn che quest’anno frequenteranno la terza media: la giovane età li metterà a dura prova, tanto che la madre di uno dei componenti ha già specificato che se il loro andamento scolastico dovesse andare calando, microfoni, chitarre e batteria sparirebbero, costringendolo a studiare per poter rimediare.

L’idea di Malcolm, Jarad e Alec ovviamente è quella di portare avanti le due cose in modo parallelo, così da poter continuare ad incantare sia le proprie mamme, che tutti i numerosi fans che continuano a seguirli ai concerti e su Youtube.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!