Iscriviti
scrivi

Pioggia di certificazioni Fimi per la musica italiana

Come ogni lunedì sono state comunicate dalla Fimi le certificazioni per i brani e gli album più venduti in Italia. Settimana molto fruttifera per gli artisti italiani. Ottima anche la performance dei brani sanremesi.

Musica
Pubblicato il 27 febbraio 2017, alle ore 23:34

Mi piace
12
Preferiti
0
Pioggia di certificazioni Fimi per la musica italiana
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Come ogni settimana la FIMI ha rilasciato le certificazioni per gli album ed i brani più acquistati in Italia. In questa settimana sono numerosi i risultati ottenuti dagli artisti italiani compresi i brani presentati all’ultimo Festival di Sanremo.

Vediamo nel dettaglio i riconoscimenti ottenuti dagli artisti nostrani.

Cominciamo dagli album con l’ennesimo riconoscimento raggiunto da due mostri sacri della musica italiana. Si tratta di Mina e Adriano Celentano che, con il loro album “Le Migliori”, hanno raggiunto il traguardo del quinto disco di platino corrispondente ad oltre 250.000 copie vendute, risultato assolutamente raro in questo periodo, ottenuto in poco meno di 4 mesi.

Quarto disco di platino (oltre 200.000 copie vendute) per Tiziano Ferro ed il suo album “Il Mestiere Della Vita”. Sul fronte sanremese, invec,e abbiamo il disco d’oro (25.000 copie vendute) per la compilation del Festival, a sole due settimane dall’uscita della compilation.

Disco di platino (50.000 copie) per Fiorella Mannoia ed il suo “Combattente”, ricordiamo che in questo caso si tratta di un album rieditato in occasione della partecipazione della Rossa al Festival, la prima edizione dell’album aveva già venduto 25.000 copie.

Anche sul fronte dei singoli arrivano parecchi riconoscimenti: disco di platino per Tiziano Ferro ed il suo duetto con Carmen Consoli “Il conforto”; Francesco Gabbani raggiunge il traguardo del disco di platino in sole 2 settimane con il suo ormai tormentone “Occidentali’s Karma”; Fiorella Mannoia riceve anche il disco di platino per il brano sanremese “Che sia benedetta” così come Michele Bravi e Fabrizio Moro rispettivamente con “Il Diario Degli Errori” e “Portami via”.

Questi risultati dimostrano come questo Festival abbia portato molta fortuna alle vendite discografiche. Lo scorso anno le prime certificazioni arrivarono molte settimane dopo la fine del Festival.

Altre certificazioni sono state raggiunte da brani meno recenti: Lorenzo Fragola disco di platino per la sua “D’improvviso” (in gara a Sanremo 2016); platino anche per Marracash e la sua “Niente canzoni d’Amore”. Disco d’oro invece per Ghali e la sua “Pizza Kebab” e per il duetto ElisaLigabue con “Gli ostacoli del cuore”.

Ottima settimana quindi per la discografia italiana che fa ben sperare che il 2017 possa essere un anno di crescita per il mercato discografico.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Giovanni Rosato - Fa piacere vedere come il Festival di Sanremo 2017 stia trainando verso il successo molti dei brani presentati in gara. Questo risultato si aggiunge all'ottimo risultato ottenuto dalla kermesse sul fronte degli ascolti in tv, dimostrando che il successo del Festival può trascinarsi anche nelle settimane successive sul fronte discografico. Interessante anche l'ennesimo traguardo raggiunto da Mina e Adriano Celentano che non sembrano rallentare le vendite del loro album. Felice anche del risultato di Tiziano Ferro, sicuramente destinato a crescere ancora nel corso dell'anno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!