Iscriviti

Gp Motegi: Rossi e Lorenzo out, Marquez è campione

Marc Marquez vince per la prima volta in carriera il Gran Premio del Giappone e grazie alla caduta dei suoi rivali può festeggiare il titolo con tre gare di anticipo. Per lo spagnolo è il quinto titolo, il terzo nella classe regina

Motociclismo
Pubblicato il 16 ottobre 2016, alle ore 10:42

Mi piace
14
Preferiti
0
Gp Motegi: Rossi e Lorenzo out, Marquez è campione
Pubblicità

Marc Marquez è campione del mondo 2016 di Moto Gp. L’epilogo anticipato della stagione arriva sulla pista di Motegi, che vede lo spagnolo della Honda trionfare davanti ad Andrea Dovizioso (Ducati) e Maverick Vinales (Suzuki) e grazie alle cadute dei due piloti Yamaha, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo diventa irraggiungibile in classifica, quando mancano tre gare alla fine della stagione.

Per Marquez è il primo successo sulla pista di Motegi, il quinto in questa annata e il 55esimo in assoluto. Lo spagnolo è stato protagonista di una stagione regolare concludendo a punti in tutte le gare disputate quest’anno con 11 podi su 15 gare.

Allo start della gara odierna, Valentino Rossi partito in pole, viene subito superato da Jorge Lorenzo e Marc Marquez. I primi giri sono fatti di sorpassi tra i tre protagonisti del mondiale, con Marquez che prende la testa davanti a Rossi e Lorenzo. Ma a 17 giri dal termine il pesarese cade, prova a rialzarsi ma non c’è nulla da fare, addio sogni di rimonta. A 5 tornate dalla conclusione caduta fotocopia anche per l’altra Yamaha di Lorenzo, per Marquez, che conduce saldamente in testa, è l’inizio della festa.

Sul traguardo arrivo trionfale per lo spagnolo, davanti alla Ducati di Andrea Dovizioso, tornato sul podio dopo 5 gare. Terzo posto per il vincitore di Silvestone, Maverick Vinales, che anticipa l’altra Suzuki di Aleix Espargaro. Finisce ottava la seconda Ducati di Danilo Petrucci.

Euforico il neo campione del mondo, un po’ sorpreso di aver chiuso la pratica già in Giappone, dedica la vittoria alla nonna, venuta a mancare qualche mese fa. Marquez è riuscito in questa stagione a gestire quella foga agonistica che lo aveva messo subito fuori gioco nel mondiale 2016, un segnale di maturità per il 23enne pilota spagnolo che ha davanti ancora tanti anni per entrare tra i grandi del motociclismo a suon di record.

In classifica piloti Marquez è salito a 273 punti diventando irrangiubile da Rossi (196) e Lorenzo (182), mentre nella classifica dei costruttori la Honda fa un deciso passo in avanti portando a +28 il vantaggio sulla Yamaha. Tra una settimana in Australia si ritorna in pista.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Costantino Ferrulli - E’ un altro Marc Marquez quello che abbiamo visto in questa stagione e che meritatamente vince il mondiale. Molti ricorderanno il cannibale Marquez del 2014, quello delle 13 vittorie su 18 gare, altri ricorderanno il Marquez poco costante del 2015 con ben 6 ritiri. Quest’anno invece troviamo un Marquez regolare, che è sempre arrivato al traguardo, gestendo quella foga che in passato gli aveva fatto perdere punti preziosi in chiave mondiale. Un segnale di maturità per questo pilota che ha già nel mirino la rincorsa verso i 9 titoli di Valentino Rossi. Chapeau!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!