Iscriviti

Yamaha FJR1300AS 2013

La nuova Yamaha FJR1300AS 2013 è un concentrato di elettronica che monta un display LCD

Moto
Pubblicato il 18 giugno 2013, alle ore 09:59

Mi piace
0
0
Yamaha FJR1300AS 2013
Pubblicità

Yamaha presenta la FJR1300AS 2013, radicale aggiornamento dell’ammiraglia da turismo della casa di Iwata. E’ arrivata tanta roba, più di quello che ci si aspettava, dal motore alla ciclistica, passando per il design. La nuova Yamaha FJR1300AS 2013 segna una svolta della casa giapponese, in quanto è la prima a montare un sistema di sospensioni a controllo elettronico di serie. Nuove anche le carenature, più aggressive e sportiveggianti. Anche i disegni del cruscotto ed i comandi sono cambiati, con l’adozione di un dispaly LCD che monitora tutte le funzioni delle sospensioni e delle mappature del motore. Il cupolino è ora regolabile elettronicamente e le colorazioni previste saranno il Magnetic Bronze e la Midnight Black.

MOTORE
L’elettronica fa da padrona: la nuova Yamaha FJR1300AS 2013 adotta l’YCC-T, (Yamaha Chip Controlled Throttle), un complesso sistema elettronico che gestisce i corpi farfallati dell’iniezione, rendendo così possibile sia un incremento di potenza che l’adeguamento dell’erogazione allo stile del pilota. Sono nuovi anche il sistema di controllo della trazione TCS (Traction Control System), ed il cruise-control che stabilizza la moto alle velocità desiderate dalla terza marcia in poi. Lo scarico è stato riprogettato al suo interno, con l’adozione di due catalizzatori invece che quattro.

La Yamaha ha fatto le cose in grande, e sulla FJR1300AS 2013 troviamo lo YCC-S (Yamaha Chip Controlled Shift), ovvero un cambio semiautomatico di ultima generazione, che permette al pilota di scegliere se cambiare con il piede o con un pulsante sul manubrio. Il nuovo cambio è più veloce e preciso, e quando arrivi al semaforo posiziona la moto in prima marcia automaticamente.

CICLISTICA
La nuova Yamaha FJR1300AS 2013  monta una forcella anteriore con steli da 48mm ed un mono ammortizzatore posteriore rivisto nelle tarature e nella molla. Il controllo elettronico delle sospensioni offre la possibilità di scegliere fra 12 regolazioni di settaggio, raggruppate in quattro categorie principali (tutto regolabile dal manubrio): “One-Up” (“Guida da solo”) “One-Up with lugagge” (“Pilota e bagaglio”), “Two-Up” o “Two-Up with Luggage” (“Pilota e passeggero” o “Pilota, passeggero e bagaglio”). Su ognuna di queste quattro tipologie è possibile affiancare un’altra regolazione: “Soft”, “Standard” e “Hard”, ecco spiegate le 12 combinazioni possibili.

[scrollGallery id=13]

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!