Iscriviti

MaxMara presenta la nuova collezione di occhiali da sole

MaxMara presenta a Parigi gli occhiali da sole "cat-eye" realizzati in edizione limitata e numerata in collaborazione con l'artista inglese Shantell Martin

Moda
Pubblicato il 10 marzo 2017, alle ore 19:18

Mi piace
20
0
MaxMara presenta la nuova collezione di occhiali da sole
Pubblicità

Max Mara presenta la nuova collezione di occhiali da sole per la primavera-estate 2017 a Parigi, all’interno della boutique di Rue Saint Honoré.

Il progetto “Prism in Motion” è realizzato in collaborazione con l’artista Shantell Martin, illustratrice, vj e visual artist inglese, ormai stabile a New York, celebre in tutto il mondo per le grafiche e performance in black & white.

Lo stile unico della visual artist, caratterizzato da disegni e parole, è traslato negli occhiali da sole dalla foggia “occhi di gatto” e dai volumi importanti. Gli occhiali sono realizzati in uno speciale materiale plastico, l’Optyl, che dona brillantezza e trasparenza, le lenti sono grigio fumé.

Il prisma è il simbolo delle variegate sfumature della donna Max Mara, attuale e contemporanea. L’iconico “Prism”dalle forme arrotondate e squadrate riverbera l’equilibrio armonico tra femminilità e concretezza, estetica e funzionalità, istinto e razionalità.

Shantell ha creato con penne nera su tela un’opera di grandi dimensioni infusa di emotività, che si ispira alle linee del prisma. Il lavoro originale di Shantell è stato riprodotto e smembrato digitalmente in mille pezzi diversi, che sono stati poi integrati all’interno degli occhiali.

Femminili, unici, ricercati contengono, all’interno della montatura, piccoli segmenti dell’opera di Shantell, dando vita ad un’esclusiva capsule collection in edizione limitata. Il lavoro dell’artista è incentrato sulla possibilità di indossare l’opera d’arte, tenerla con sè per reinterpretarla.

All’evento di presentazione a Parigi, insieme a Shantell Martin e Maria Giulia Prezioso Maramotti, erano presenti diversi volti, quali Inés Sastre, Clotilde Courau, Gabriel-Kane Day-Lewis, Gabrielle Lazure, Lou Lesage, Joyce Jonathan, Audrey Fleurot e Ana Girardot.

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Chiara Lanzini - L’artista russa Lisa Shahno, con la linea "Squaring The Square", creò anch'essa un'opera d'arte da indossare. Ogni capo era una trasposizione verosimile di una serie di forme geometriche modulari, capaci di vestire in forma plastica .L'artista tedesco Achim Freyer ha forgiato calzature artistiche al Fashion Week, ispirandosi al medesimo ideale. Concetto estremamente ambizioso ed esclusivo che concede l'illusione di trasformarci - automaticamente - in arte vivente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!