Iscriviti

Caricabatterie non originali: Apple avvia il programma di sostituzione

Dopo la tragica morte della ragazza cinese rimasta fulminata mentre rispondeva al cellulare in carica e del trentunenne è rimasto in coma oltre 10 giorni per lo stesso motivo, Apple ha deciso di avviare un programma di sostituzione dei caricabatterie non originali denominato “USB Power Adapter Takeback Program”. lo scopo è quello di togliere dal […]

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 7 agosto 2013, alle ore 08:44

Mi piace
0
0
Caricabatterie non originali: Apple avvia il programma di sostituzione
Pubblicità

Dopo la tragica morte della ragazza cinese rimasta fulminata mentre rispondeva al cellulare in carica e del trentunenne è rimasto in coma oltre 10 giorni per lo stesso motivo, Apple ha deciso di avviare un programma di sostituzione dei caricabatterie non originali denominato “USB Power Adapter Takeback Program”.

lo scopo è quello di togliere dal mercato tutti i caricabatterie non originali per evitare altre tragedie simili ed allo stesso tempo non danneggiare la propria immagine.

Il programma inizierà il 9 Agosto in Cina ed il 16 dello stesso mese negli Stati Uniti, e si protrarrà fino al 18 Ottobre: gli utenti non dovranno fare altro che portare in un Apple Store o Reseller un caricabatterie difettoso o non originale per ricevere, pagando solo dieci Dollari, quello originale e certificato Apple.

Ovviamente, è consentita al massimo una sostituzione per dispositivo posseduto; non una di più, non una di meno. Inoltre, i rivenditori non sono in grado di stabilire l’autenticità o l’affidabilità dell’accessorio, quindi si limiteranno a ritirarlo e a fornire un sostituto originale in seguito al pagamento di 10 dollari o del corrispettivo in valuta locale.

Inoltre clienti dovranno portar con sé, oltre al caricatore, anche il loro device iOS e il numero seriale, per verificare che l’acquisto del prodotto sia regolare. Così ha commentato la Mela in merito all’iniziativa:

“Report recenti hanno suggerito come gli adattatori contraffatti o di terze parti possano non essere progettati adeguatamente e questo può risultate in problemi alla sicurezza. Nonostante non tutti gli adattatori di terze parti siano pericolosi, annunciamo l’USB Power Adapter Takeback Program per permettere agli utenti di acquistare adattatori correttamente progettati. […] La sicurezza degli utenti è un’alta priorità per Apple. È per questo che tutti i nostri prodotti – inclusi i caricatori di iPhone, iPad e iPod – vengono sottoposti a test rigorosi di sicurezza e affidabilità e sono progettati per adeguarsi agli standard governativi di sicurezza di tutto il mondo”.

Non è la prima volta che Apple si prende carico di un’iniziativa simile. Già nel 2008, lanciò un programma di ritiro degli alimentatori inclusi nella confezione dell’iPhone 3G; i dispositivi, molto più compatti dei predecessori, avevano la tendenza a rompersi e a restare incastrati nella presa elettrica.

Altri video interessanti:
Commenti
Fabrizio Ferrara

01 febbraio 2016 - 12:43:55

Azz. Allora era già successo!

0
Rispondi