Iscriviti

Federico Moccia, "Tre volte te": la fine di Step, Babi e Gin

"Certi amori finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano". E' proprio il caso della storia di Step e Babi, iniziata con "Tre metri sopra il cielo", arrivata ora alla conclusione.

Libri
Pubblicato il 19 aprile 2017, alle ore 12:48

Mi piace
14
0
Federico Moccia, "Tre volte te": la fine di Step, Babi e Gin
Pubblicità

Iniziò tutto nel 2004 con l’uscita del bestseller Tre Metri Sopra il Cielo di Federico Moccia, che racconta la storia del cattivo ragazzo Step, che scopre l’amore vero grazie a Babi, la ragazza che poi gli spezzerà anche il cuore.

Una storia che ha fatto sognare moltissime ragazze prima tra le pagine del libro, e successivamente anche con il film omonimo, che vedeva come protagonisti Riccardo Scamarcio e Katy Saunders.
Una curiosità su questo primo romanzo è che le prime copie pubblicate risalgono addirittura al 1992 ma, solo nei primi anni 2000, tramite passaparola, ha iniziato ad ottenere il suo successo.

Nel 2006, più di dieci anni fa, Federico Moccia ha scritto un sequel a questa storia – Ho voglia di te – facendo trovare a Step un nuovo amore: Gin. Una ragazza che ha voluto perdonare tutti i suoi errori, facendogli dimenticare – apparentemente – la dolce Babi.

Ci sono voluti dieci anni perchè Moccia decidesse se continuare o no questa storia ma, per la gioia dei fan che hanno sempre voluto una seconda occasione per la coppia storica Step e Babi, il 18 aprile è stato pubblicato il terzo e – da quel che si dice – l’ultimo romanzo dedicato a questo triangolo amoroso: Tre volte te.

Sono passati 6 anni in questo nuovo romanzo: Step e Gin sono davvero felici insieme, ed è proprio in questo momento di amore perfetto che Babi tornerà come un uragano a stravolgere la vita di Step, mettendo in crisi ogni sua scelta fatta fino a quel momento.

Riuscirà a Babi a riprendersi il suo vero ed unico amore? E, soprattutto, quando lo vedremo al cinema?

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Marta Lorenzon - Ricordo che da ragazzina ho divorato il primo libro "Tre metri sopra il cielo". Il secondo l'ho letto fino a metà, ma non ricordo il perchè, forse per il lessico che già a quell'età mi sembrava troppo sempliciotto, complice anche il fatto che amavo Babi e Step e quella Gin proprio non la digerivo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!