Iscriviti

DL lavoro: bonus imprese per assunzioni stabili

Nel Dl lavoro varato dal consiglio dei ministri incentivi per assunzione giovani tra i 18 e i 29 anni e misure per la formazione dei disoccupati over 50.

Lavoro
Pubblicato il 28 giugno 2013, alle ore 11:43

Mi piace
0
0
DL lavoro: bonus imprese per assunzioni stabili
Pubblicità

Nel Dl lavoro varato dal consiglio dei ministri incentivi per assunzione giovani tra i 18 e i 29 anni e misure per la formazione dei disoccupati over 50.

ROMA – Varato il Dl lavoro che contiene  uno stanziamento complessivo di 1,5 miliardi.

Saccomanni, ministro dell’Economia: “Ho avuto il compito non facile di trovare le coperture per queste misure importanti, che mobilitano risorse per 1,5 miliardi e mezzo sul lavoro oltre al rinvio dell’Iva: ci siamo dati come impegno trovare coperture senza creare nuovo debito e rispettando le direttive comunitarie, credo che abbiamo fatto un grosso lavoro di coperture certe che nel breve periodo non comportano aggravi per i cittadini. L’obiettivo delle misure del governo  è quello di creare un ponte per la ripresa dell’attività economica, dobbiamo ripensare gli strumenti della tassazione  in modo da sostituirli con forme meno gravose su lavoro e imprese”.

Il Dl lavoro prevede un incentivo fino a un massimo di 650 euro mensili per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato. La bozza è fatta di 10 articoli. L’incentivo è istituito in via sperimentale ed è destinato ai giovani di età compresa fra i 18 e i 29 anni: l’ammontare complessivo è pari a 800 milioni di euro e corrisponde al 33% della retribuzione mensile lorda complessiva, per un periodo di 18 mesi.

Per poter usufruire degli incentivi alle assunzioni i giovani devono possedere almeno una di queste condizioni: essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; essere privi di un diploma di scuola media superiore o professionale; devono vivere soli con una o più persone a carico. Il bonus viene istituito, si legge, “al fine di promuovere forme di occupazione stabile di giovani” e “in attesa dell’adozione di ulteriori misure da realizzare anche attraverso il ricorso alle risorse della nuova programmazione comunitaria 2014-2020”. L’incentivo, si legge nel decreto, verrà corrisposto “per un periodo di 12 mesi ed entro i limiti di 650 euro mensili per lavoratore nel caso di trasformazione a tempo indeterminato”.

Non solo per i giovani senza lavoro: la bozza del disegno di legge prevede agevolazioni pure per i soggetti con più di 50 anni di età, disoccupati da oltre dodici mesi. In particolare, in via sperimentale per gli anni 2013, 2014 e 2015 è istituito presso il ministero del Lavoro un fondo per consentire alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, “di corrispondere le indennità per la partecipazione ai tirocini formativi”.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!