Iscriviti

inkBOOK Prime: l’ebook reader compatto che supporta Android e le app

In vacanza è normale leggere qualche buon libro: grazie ad Arta Tech, è possibile farlo - in formato elettronico - avvalendosi dell'inkBOOK Prime, un ebook reader compatto, con display e-ink retroilluminato, capace di fare anche da tablet grazie ad Android.

Hi-Tech
Pubblicato il 26 giugno 2017, alle ore 12:31

Mi piace
19
0
inkBOOK Prime: l’ebook reader compatto che supporta Android e le app
Pubblicità

Tra i vari gadget adatti all’estate, abbiamo citato anche gli ebook reader: non è detto, però, che – nello sceglierne uno – ci si debba orientare per forza tra i grandi nomi Kindle (di Amazon) e Kobo: da qualche tempo, infatti, è possibile optare per il device inkBOOK Prime, un ebook reader dell’azienda polacca Arta Tech (con base a Breslavia) che, oltre a uno schermo e-ink, annovera (come l’Energy eReader Pro HD) anche il sistema operativo Android, col relativo supporto ad app mobili. 

inkBOOK Prime ha una classica silhouette rettangolare con colorazione scura, leggermente ellittica sul lato corto inferiore: in termini di dimensioni e peso (15,8 x 11,3 x 0,8 cm, per 171 grammi) è molto compatto e leggero, più di un Kindle PaperWhite di recente uscita (203 grammi), o di Kobo HD base di qualche anno fa (178 gr, 11,4 x 16,5 x 1,1 cm). La back cover è in materiale vellutato, ottimo per evitare che il device scivoli, o cada.

Il display è un pannello E-Ink da 6 pollici (“Glass solution”) con risoluzione pari a 1024 x 758 pixel, e discreta definizione d’immagine (212 PPI, contro i 300 del Kobo Aura One): il cambio pagina è istantaneo, e può avvenire sia col touch, che con i pulsanti laterali, a destra ed a sinistra dello chassis (volendo, è possibile usare solo questi ultimi, disabilitando il touch dalle impostazioni). Grazie alle opzioni di lettura, è possibile variare l’orientamento del testo, il contrasto (a beneficio deli ipovedenti), i margini e l’interlinea, oltre alla dimensione ed al tipo di font (es. il font “OpenDyslexic” per i dislessici): uguale confort per la lettura, specie nelle ore serali o notturne, si ottiene grazie alla retroilluminazione a (8) LED.

Con tali specifiche, leggere gli ebook, in qualsiasi formato essi siano (epub, pdf, txt, rtf, fb2, chm, html, ed il mobi dei Kindle), è estremamente facile e rilassante, anche e specialmente sotto la luce del sole, magari su una spiaggia. Tuttavia, questo device può fungere anche da tablet, vista l’adozione di Android 4.4, con relativo supporto alle app del PlayStore: in tal senso, oltre a Chrome e GDrive già integrati, è possibile scaricare un buon Feed RSS per le notizie, un client di posta elettronica, gli accessi ai vari social, e qualche gioco non troppo impegnativo quanto a tempi di refresh (come il Sudoku).

L’hardware a bordo dell’inkBOOK Prime prevede un processore a quatto core, l’ARM Cortex-A9 con frequenza operativa a 1.6 GHz, ed una RAM da 512 MB: lo storage sulla memoria flash è da 8 GB, ma può essere incrementato, grazie allo slot che permette l’inserimento di microSD con capienza massima da 32 GB. La similitudine con un tablet (di qualche anno fa) finisce qui: il pulsante capacitivo sulla lunetta posteriore serve solo per tornare alla schermata Home, e non nasconde uno scanner per le impronte. 

inkBOOK Prime può essere acquistato online, con uno street price che, spedizione gratuita inclusa, si aggira sui 139 euro: non male per un dispositivo che può fungere, di tanto in tanto, anche da tablet, per rimanere connessi col mondo, e considerato il feedback – su Amazon – di quasi 4 stelle su 5. 

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Decisamente non male questo dispositivo: in termini di prezzo, ci si potrebbe chiedere perché non prendere un ebook reader più rinomato e con maggiore risoluzione. Tuttavia, va sempre ricordato che questo device ha diversi punti a favore, rispetto ad un semplice ebook reader: tra questi, spicca senz'altro la possibilità di installarvi le normali app di Android, grazie alla presenza di un sistema operativo non bloccato. Non ci si giocherà agli ultimi titoli, ma questo è un finto problema: per quelle destinazioni d'uso, esistono già gli smartphone, mentre la possibilità di unificare ebook-reader e tablet, vista l'ancora lontana comparsa dei reader a colori, è comunque un aspetto da non sottovalutare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!