Iscriviti

Mr Esselunga, l’imprenditore che ha donato 80 milioni a parenti e amici

Bernardo Caprotti, patron di Esselunga, ha deciso di lasciare il comando della catena di supermercati. E si è scoperto che, dal 2002 ad oggi, ha donato oltre 80 milioni di euro

Gossip
Pubblicato il 26 novembre 2013, alle ore 11:44

Mi piace
0
0
Mr Esselunga, l’imprenditore che ha donato 80 milioni a parenti e amici
Pubblicità

Chi non vorrebbe un nonno come Bernardo Caprotti, il patron di Esselunga? Infatti, l’imprenditore milanese, 88 anni compiuti, che ha deciso di lasciare tutte le deleghe operative in Esselunga e che smetterà di essere dipendente della sua azienda dopo 62 anni di lavoro continuativo, dal 2002 ad oggi, ha distribuito oltre 80 milioni di euro a parenti e collaboratori, con atti di donazione regolarmente registrati dal notaio Giovanni Ripamonti e dall’Agenzia delle Entrate.

Caprotti, conosciuto come un freddo e spigoloso uomo di affari, che ha preso in mano la società Supermarkets, diventata poi Esselunga, nel 1965, quando l’azienda possedeva 15 supermercati, e l’ha portata a possederne 144, con 20mila dipendenti e bilanci ampiamente in utile, ha donato oltre 10 milioni a Giuseppe e Violetta, i figli nati dal primo matrimonio, con cui più tardi è scoppiato un contenzioso giudiziario con oggetto la titolarità di una quota di azioni del gruppo imprenditoriale, all’attuale moglie Giuliana Albera, 73 anni, e alla figlia Marina Sylvia, 35 anni (l’unica Capotti che ancora siede nel consiglio d’amministrazione di Esselunga) ha distribuito negli ultimi anni circa 30 milioni e ai nipoti, un assegno da 4 milioni di euro ciascuno. Senza dimenticare la fidata segretaria personale Germana Chiodi, 65 anni, a cui sono andati 10 milioni di euro e a tre manager, che hanno ottenuto un milione di euro a testa e una Bentley ciascuno.

Ma non finisce qui, perché il numero uno di Esselunga, negli anni, si è adoperato anche per sostenere, con somme rilevanti, enti di assistenza e iniziative culturali.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!