Iscriviti

Nintendo, il bilancio è in rosso, e non è Natale

Secondo i recenti bilanci che sono stati stilati, La Nintendo è passata da un guadagno di 55 miliardi di Yen a una perdita netta di 240 milioni di Dollari. Riusciranno i nostri eroi dell'infanzia, a frenare questo trend?

Games
Pubblicato il 5 febbraio 2014, alle ore 13:23

Mi piace
0
0
Nintendo, il bilancio è in rosso, e non è Natale
Pubblicità

Ormai per la Nintendo è il secondo anno che si chiude con un bilancio in Rosso. Non è sull’orlo del precipizio, ma le notizie non sembrano favorevoli.

Il 2013 salvo per un soffio, il 2014 anche il 2015? Chi lo sa.

Mario, l’idraulico (non quello dietro casa con la panza di fuori), ormai è stato sfruttato fino all’ultima goccia. Chili e Chili di Mario ovunque. Come il pepe su pasta e cacio.

La casa di videogiochi più famosa al mondo sta passando un brutto periodo, bilanci in negativo e un calo delle vendite stanno mettendo a dura prova la società che ha sfornato piccoli capolavori che da sempre ci hanno accompagnato sin dalla nostra infanzia.

Eppure, dalla stampa, dai giocatori e dai semplici fan nostalgici arrivano un lista di “dritte” che potrebbero aiutare il mercato e la Nintendo, a riprendersi.

Come se Iwata fosse il primo passante del caso, che non sa bene cosa fare, in preda alle termiche che passeggia nei corridoi. Un incompetente all’oscuro di ogni meccanica di entertainment o di marketing.

La prima richiesta, forse la più intelligente e da prendere in considerazione, è di puntare sul Mobile, o ancora uno sviluppo di software e videogiochi che si distanzino dai soliti remake che pur essendo belli, e ben riusciti nel farci tornare bambini, ormai stanno diventando dal sapore stantio.

Iwata, dopo attente riflessioni ha deciso di provare a lanciare qualche nuova demo sul mercato mobile, applicazioni e software per tablet e cellulari per aiutare la Nintendo a riprendersi. Utilizzare Super Mario sarebbe un ottimo modo per ottenere il seguito anche su altre piattaforme ma il rischio di una mossa simile è però quello di devastare le console Nintendo 2Ds.

Riusciranno quindi i nostri eroi a riprendersi e a invertire questa spirale che tende al profondo rosso?

In un momento di difficoltà, dalla casa che ha creato il Nintendo Ds, Touch Screen, Wii e Motion Control non ci si può aspettare altro che un nuovo concept vincente.

E tutti noi siamo in attesa di vedere, quale sarà.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!