Iscriviti

Russia, il Ministero della Difesa di Mosca annuncia: "Ucciso il capo dell’Isis"

Secondo il ministero della Difesa di Mosca, il capo dello Stato Islamico potrebbe essere morto il 28 maggio durante un attacco della Russia alla periferia sud di Raqqa.

Esteri
Pubblicato il 16 giugno 2017, alle ore 11:41

Mi piace
3
0
Russia, il Ministero della Difesa di Mosca annuncia: "Ucciso il capo dell’Isis"
Pubblicità

Il ministro della difesa russo afferma che il capo dell’Isis, Abu Bakr al-Baghdadi, sarebbe stato ucciso il 28 maggio, durante un raid della Russia sulla periferia sud di Raqqa. Il ministero russo nelle ultime ore però sta cercando di verificare la veridicità di questa notizia lavorando con l’intelligence sul terreno, anche se è molto difficile poiché quel territorio è controllato dallo Stato Islamico, Il comunicato russo continua parlando della morte di molti “alti dirigenti” dell’Isis.

I controlli sono più che giustificati, poiché a giugno, appena si diffuse la voce della morte di Abu Bakr al-Baghdadi, sul web iniziarono subito a circolare delle foto fasulle del cadavere del capo dello Stato Islamico. Il capo del califfo è stato dichiarato morto più volrw, con tutta probabilità, uno dei tanti raid che sono stati lanciati in città nella zona di Al-Qaim. lo abbia ferito, costringendolo a sei mesi di ospedale.

Il comunicato della difesa russa ha dichiarato che il commando USA era stato informato di quel raid. L’attacco è stato deciso quando: “ricevuto a fine maggio informazioni su una riunione dei dirigenti dell’organizzazione terroristica Stato Islamico che si sarebbe tenuta nella periferia sud di Raqqa”.

Preceduto da un test di un drone, i raid caccia-aerei è scattato da Mosca alle ore 00:35, e l’attacco è durato circa una decina di minuti. L’azione, conclude il ministero russo, avrebbe ucciso anche dei importati esponenti dell’Isis, e contano almeno una trentina di capi militari e circa trecento miliziani.

La stampa siriana però, in un articolo hanno scritto che il Califfo al-Baghdadi non controlla più l’Isis, ed è solo l’immagine di un organizzazione formata da almeno dodici figure. A parlare è stato Euphrates Post, un giornale online che ha molti corrispondenti nei territori siriani controllati dall’Isis.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Emanuele Novizio - Con tutta probabilità, è morto il califfo Abu Bakr al-Baghdadi. Annunciato già morto nei mesi scorsi, la Russia però ora sembra convinta della notizia, e sta verificando il tutto lavorando con l'intelligence del territorio, anche se questo sarà difficile. Il comunicato russo continua dicendo che nel raid sono stati uccisi altri membri appartenenti all'Isis.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!