Iscriviti
scrivi

Parigi: ancora attimi di paura in aeroporto

E' successo questa mattina all'aeroporto di Orly. Evacuato interamente lo scalo parigino. Ucciso l'assalitore, un uomo di 38 anni di origini francesi.

Esteri
Pubblicato il 19 marzo 2017, alle ore 17:56

Mi piace
8
Preferiti
0
Parigi: ancora attimi di paura in aeroporto
Pubblicità
Interessi da seguire

Attimi di paura, questa mattina, allo scalo francese di Orly a Parigi. Sparati diversi colpi d’arma da fuoco nell’aeroporto. Il 38enne francese aveva tentato di rubare l’arma ad un militare che prestava sicurezza all’interno dell’aeroporto.

Il militare ha risposto subito facendo fuoco e uccidendo l’uomo. Lo scalo è stato subito evacuato completamente, anche lo scalo Orly Ovest, secondo per grandezza della città di Parigi, scalo dal quale partono numerosi voli per l’Italia.

La notizia di quanto è avvenuto è stata divulgata dal canale della tv francese BFMTV.

L’uomo ha tentato di sottrarre l’arma, un mitra, ad una poliziotta, nel Terminal Sud dell’aeroporto. Il militare, in risposta, ha subito aperto il fuoco, uccidendo il 38enne che, con il mitra rubato, si dirigeva verso il McDonald, all’interno dello stesso aeroporto. Almeno, così hanno dichiarato alcuni testimoni dell’accaduto.

Per scongiurare la presenza di ordigni esplosivi, sono stati chiamati sul posto gli artificieri che sono al lavoro per perlustrare l’intera area. La Polizia, invece, sta lavorando per scoprire se l’uomo avesse dei colplici.

Subito dopo che la notizia è stata divulgata, i media francesi hanno fatto sapere, inoltre, che nella mattinata – intorno alle 7 – c’era stata un’altra sparatoria. Una poliziotta, infatti, è stata ferita ad un posto di blocco a Stains, da un colpo d’arma da fuoco.

L’uomo in questione, oltre ad aver ferito la poliziotta, durante la sua fuga è riuscito a rubare due auto, una delle quali è stata ritrovata abbandonata, proprio all’aeroporto di Orly. Per questi motivi, si ipotizza che si possa trattare dello stesso uomo.

L’aggressore era già noto alle forze dell’ordine francesi; Zied B.- il suo nome – era un 38enne musulmano radicalizzato di origini francesi, fermato in passato per spaccio di stupefacenti.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Antonella Casto - La Francia in questi ultimi anni è entrata nel mirino di tantissimi terroristi e non è assolutamente nuova ad attacchi del genere a sfondo terroristico. Numerose sono le vittime dei più recenti fatti di cronaca. Fortunatamente, in questo caso, chi ne ha pagato le conseguenze è stato solo l'aggressore e non tanta gente innocente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!