Iscriviti
scrivi

Düsseldorf: attacca la folla con un’ascia, 9 feriti

Ieri alla stazione di Düsseldorf, un 36enne ha aggredito la folla con un'ascia, ferendo sette persone. Non sono ancora chiare le motivazioni del suo gesto.

Esteri
Pubblicato il 10 marzo 2017, alle ore 12:49

Mi piace
8
Preferiti
0
Düsseldorf: attacca la folla con un’ascia, 9 feriti
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Un altro gesto d’aggressione getta nel panico la Germania.

Risiede nell’ovest della Germania il 36enne con problemi psichici, originario dell’ex Jugoslavia, che ieri è stato arrestato in seguito ad un’aggressione nei confronti della folla alla stazione di Düsseldorf. Armato di ascia, l’uomo ha ferito nove persone, tra cui due donne; le condizioni di altre quattro sono molto gravi.

Lo stesso aggressore è rimasto ferito gravemente dalle forze dell’ordine. L’ipotesi di terrorismo per il momento è esclusa dalla polizia tedesca, come ha affermato il portavoce della polizia di Düsseldorf all’ANSA: “Non pensiamo che si tratti di un episodio di terrorismo“. Per gli inquirenti ancora non sono chiare le motivazioni del gesto. Anche se la pista non può essere esclusa del tutto, le prime ipotesi degli inquirenti indicano che si tratti di un atto di criminalità comune. 

La polizia è intervenuta immediatamente, molta gente – seppur allontanata dal luogo – è rimasta a guardare cosa accadeva davanti alle balaustre. Lo spettacolo non era dei migliori: sangue e panico da sconvolgere chiunque. Molti passeggeri sono rimasti per lungo tempo a bordo dei treni per precauzione. Un passeggero racconta alla Dpa “Sono rimasto un’ora e mezza sul treno, la polizia è salita varie volte, e ha guardato all’interno. Poi finalmente siamo potuti scendere“.

Un altro testimone racconta che si trovavano al binario della stazione di Düsseldorf per attendere il treno. Arrivato il treno, improvvisamente una persona è saltata fuori con l’ascia ed ha cominciato a colpire la gente. Lo stesso testimone dell’aggressione racconta alla Bild on line:C’era sangue dappertutto. Una cosa del genere non l’avevo ancora mai vissuta“.

Thomas Geisel, sindaco della città del Nordreno-Westfalia, ha raggiunto immediatamente la stazione centrale esprimendo così i suoi sentimenti: “È un grave colpo per Düsseldorf. I testimoni dell’aggressione sono sotto shock. Sono qui per ringraziare la polizia. I miei pensieri vanno ai parenti dei feriti“.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Marilena Carraro - La fascia delle persone con problemi psichici andrebbe "protetta", per proteggere anche chi, quotidianamente, deve convivere con questa. Spesso bisogna attendere segnali forti di malattia, come l'aggressione di ieri, per definirla tale, intanto si va avanti nella speranza che non accada nulla di grave. Il rispetto della persona ammalata dovrebbe stare in equilibrio anche con il rispetto di chi vive al suo fianco.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!