Iscriviti

Charlie Murphy: morto il comico statunitense

Combatteva da tempo contro la leucemia, ma non ce l'ha fatta e si è spento in un ospedale a New York il comico Charlie Murphy, fratello dell'amato Eddie Murphy.

Esteri
Pubblicato il 12 aprile 2017, alle ore 23:15

Mi piace
6
Preferiti
0
Charlie Murphy: morto il comico statunitense
Pubblicità

Dà la triste notizia il sito TMZ, che comunica – tramite il manager – la morte di Charlie Murphy, la star di The Chappelle’s Show, comico statinutense e fratello dell’amato Eddie Murphy.

Charlie era da tempo malato di leucemia e si trovava in un ospedale di New York per sottoporsi alle sedute di chemioterapia, proprio dove si è spento.

Attore, comico e scrittore statunitense, ecco tutti i campi in cui Charlie Murphy eccelleva. Tra le sue apparizioni più celebri durante il The Chappelle’s Show, ricordiamo la sua chiacchierata con il comico Dave Chappelle, in cui ripercorrevano la serata trascorsa insieme a Prince, la pop star leggendaria scomparsa prematuramente lo scorso anno.

Tra le varie pellicole cinematografiche in cui prese parte Murphy ricordiamo Una notte al museo nel 2006, diretto da Shawn Levy, Norbit dell’anno seguente, dove recita proprio al fianco del fratello Eddie. Nel 2008 ha preso parte ai film Un nuovo marito per mamma – The Perfect Holiday, e The Hostle.

Nell’ultimo periodo Charlie si era dedicato alla stand up comedy, decidendo di andare in tour con Cedric the Entertainer, Eddie Griffin, George Lopez e D.L. Hughley.

Classe ’59, alla giovane età di 58 anni – che avrebbe compiuto questo luglio – lascia il mondo della televisione e la sua famiglia dopo aver combattuto contro un brutto male, che ha avuto la meglio su di lui ma non sul suo animo sempre allegro, gioioso e simpatico che non ha mai perso e che siamo sicuri continuerà ad avere, facendo compagnia nel ricordo tutti i suoi cari.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Marta Lorenzon - Ecco che questo brutto male colpisce ancora. Siamo davvero tutti molto vicini alla famiglia, ai cari e agli amici che devono affrontare questa perdita e che hanno cercato in ogni modo di dargli la forza necessaria per affrontare il calvario della malattia. Purtroppo l'unica cosa che può consolare quando si è di fronte a questa malattia, è la fine della sofferenza. Un abbraccio davvero sentito a tutta la sua famiglia.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara

14 aprile 2017 - 17:02:02

Che somiglianza col fratello!

0
Rispondi
Marta Lorenzon

14 aprile 2017 - 17:14:36

Sono davvero uguali!

0