Iscriviti

Pernigotti ceduta ai capitali turchi: pezzi di Italia che se ne vanno.

La storica azienda Pernigotti ceduta ad una famiglia estera. Ottima idea davvero!

Economia e Finanza
Pubblicato il 12 luglio 2013, alle ore 15:04

Mi piace
0
Preferiti
0
Pernigotti ceduta ai capitali turchi: pezzi di Italia che se ne vanno.
Pubblicità

La  storica azienda Pernigotti ceduta ad una famiglia estera. Ottima idea davvero!

Il fratelli Averna vendono la Pernigotti, azienda italiana con oltre 150 anni di storia, alla famiglia Toksoz.

Il famoso marchio dell’industria dolciaria è vecchio quanto l’Unita d’Italia, e ora che la crisi non è mai stata così nera dal dopoguerra, lascia la proprietà nazionale per passare in mani turche.

Produttrice dei celebri Gianduiotti, la Pernigotti vanta delle vendite da 7 5 milioni di euro.

Ora staremo a vedere che fine faranno i precedenti assetti aziendali e i lavoratori.

Quello delle cessioni è un trend in ascesa, purtroppo per l’economia nazionale. Per rimanere nello stesso settore, ricordiamo l’acquisto della storica pasticcieria di Milano , la Cova, e per spostarci nella manifattura di pregio, la rilevazione da parte del colosso francese del lusso LVMH di Loro Piana (azienda leader su cachemire e lane di lusso).

Ricordiamo che la cessione di industrie nazionali di successo, che avviene in gran parte a causa della crisi economica accentuata dall’adozione di una moneta scelleratamente  sopravvalutata e dal libero flusso di capitali all’interno del mercato unico, non rappresenta mai un vantaggio per l’economia nazionale. Proprietari esteri così si appropriano non solo di beni materiali e lavoratori, ma anche del know how che ha permesso alle aziende di diventare competitive e prosperare quando l’economia era ancora a misura di Stato.

A capitali che entrano, corrispondono sempre capitali che escono in un secondo momento.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!