Iscriviti

Tornado in Oklahoma, 91 morti. Si scava tra le macerie alla ricerca dei sopravvissuti.

Un violentissimo tornado ha colpito la zona sud di Oklahoma City, causando la morte di 91 persone, tra cui almeno 20 bambini, rimasti intrappolati tra le macerie dopo il crollo della scuola elementare di Plaza Towers. Obama: “Pronti a fornire il supporto necessario”.

Cronaca
Pubblicato il 21 maggio 2013, alle ore 10:31

Mi piace
0
Preferiti
0
Tornado in Oklahoma, 91 morti. Si scava tra le macerie alla ricerca dei sopravvissuti.
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Continuano senza sosta le ricerche tra le macerie del tornado che ha colpito il sobborgo di Moore, nella periferia sud di Oklahoma City, causando la morte di almeno 91 persone e il ferimento di altre 240.

Il tornado, un vortice di 3 kilometri di larghezza, ha distrutto tutto ciò che ha trovato sul suo percorso, compresa la scuola elementare di Plaza Towers, dove hanno perso la vita 20 bambini, mentre altri 30 sono stati messi in salvo, anche se si teme ce ne possano essere altri sotto le macerie.

Danni ingenti si registrano anche all’ospedale, prontamente evacuato dalle forze dell’ordine e ad altri edifici della cittadina, completamente rasi al suolo dalla furia del tornado.

I testimoni raccontano:”era un mostro enorme, scuro, spaventoso” afferma una sopravvissuta. “Sembrava di stare nel film Twister” racconta un altro, mentre il National Weather Service, il servizio meteorologico nazionale, che aveva lanciato l’allarme evacuazione circa 16 minuti prima che si scatenasse l’inferno afferma: “Le nostre peggiori paure sono diventate realtà”.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che ha dichiarato lo stato di calamità naturale, si è messo subito in contatto con la governatrice dell’Oklahoma Mary Fallin, assicurando che l’amministrazione, attraverso la protezione civile, “è pronta a fornire tutto il supporto necessario”.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!