Iscriviti

Montagna, 4 escursionisti morti nel weekend

Tragico bilancio del weekend in montagna. Due escursionisti sono scivolati su un ghiacciaio sul Monte Rosa, un terzo è caduto dal Monte Mars, in Piemonte, e un quarto è precipitato in un burrone dalla Via degli Alpini, in Alto Adige

Cronaca
Pubblicato il 13 agosto 2013, alle ore 07:21

Mi piace
0
0
Montagna, 4 escursionisti morti nel weekend
Pubblicità

Quattro escursionisti sono morti ieri in tre incidenti differenti avvenuti nel weekend in montagna. Il più grave è avvenuto sul Monte Rosa, dove due alpinisti, Roberto Carmagnola, istruttore Cai di Borgosesia, e il bresciano Aldo Bergamini, sono precipitati in un ghiacciaio dalla Cresta Rey, lungo il versante svizzero della montagna.

Il recupero dei cadaveri è stato effettuato dalla polizia di Zermatt e dal soccorso alpino svizzero. Tre gli elicotteri elvetici entrati in azione a causa delle difficoltà dell’operazione.

Un altro alpinista ha perso la vita in Alto Adige mentre stava compiendo un’escursione sulla celebre “Strada degli Alpini” la via ferrata che collega le parti più in quota della Val Fiscalina con la Cima della Sentinella, a quota 2.700. L’alpinista era partito da Sesto Pusteria e si stava arrampicando in una zona denominata “Innerer Loch”, quando ha messo un piede in fallo precipitando in un crepaccio. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorritori del 118, ma per l’alpinista non c’era più nulla da fare.

Infine, stamattina sul Monte Mars, a circa 2.500 metri di quota, è morto Igino Campioli, 65 anni di Marcallo Con Casone , in provincia di Milano. L’uomo, in vacanza da alcuni giorni con la moglie a Fontainemore, in Valle d’Aosta, si era avventurato da solo in montagna. Poco prima delle 13 ha perso l’equilibrio ed precipitato per una sessantina di metri lungo la discesa dalla cima del Monte Mars (che separa il Biellese dalla Val d’Aosta).

A causa della nebbia presente nella zona, che ha impedito all’elicottero di levarsi in volo, costringendo le squadre dei soccorritori a muoversi a piedi, il soccorso alpino di Biella e i vigili del fuoco hanno impiegato diverse ore per raggiungere e recuperare il corpo.
Una weekend tragico, che aggiunge nuovi nomi alla lista nera iniziata nei primi giorni di luglio, e che, da allora, non è più finita.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!