Iscriviti
Palermo

Maltempo, allerta rossa in Sicilia: bomba d’acqua e un morto

È allerta rossa in Sicilia, dove nelle ultime ore si è riversata una bomba d'acqua, creando allagamenti, frane, e straripamenti di torrenti. Scuole chiuse in diverse città. Un morto a Castronovo.

Cronaca
Pubblicato il 23 gennaio 2017, alle ore 15:19

Mi piace
9
0
Maltempo, allerta rossa in Sicilia: bomba d’acqua e un morto
Pubblicità

L’ondata di maltempo era già stata prevista, e con puntualità è, infatti, arrivata anche in Sicilia, così come anche in altre regioni del sud-Italia. Nubifragi, allagamenti, e venti molto forti, torrenti e fiumi esondati, sono solo alcuni degli effetti devastanti provocati dalle pessime condizioni metereologiche che hanno coinvolto la Sicilia in queste ultime ore.

La situazione in Sicilia sta diventando, ora dopo ora, sempre più drammatica. In provincia di Palermo, precisamente a Castronovo di Sicilia, un uomo di 63 anni, Giovanni Mazzara, ha perso la vita dopo che l’auto su cui viaggiava è stata travolta dalla forza impetuosa delle acque del torrente Morello. Con lui c’erano altre tre persone, che miracolosamente sono riuscite a trovare una via di fuga dall’abitacolo, traendosi così in salvo, seppur impotenti davanti alla morte dell’uomo.

Proprio a causa delle pessime e pericolose condizioni metereologiche, è stato chiuso un tratto della strada statale Palermo-Agrigento, mentre la circolazione ferroviaria ha subito interruzioni in più punti, così come pure forti rallentamenti. In alcune città siciliane – tra cui Catania e Taormina – le scuole oggi sono rimaste chiuse.

La città di Sciacca ha registrato la precipitazione di ciò che, in gergo, viene definita una bomba d’acqua, di proporzioni tali che il Sindaco della città ha invitato i cittadini a non muoversi dalle proprie abitazioni. A destare maggiori preoccupazioni sono, come sempre, i fiumi ed i torrenti presenti nel territorio che, a causa della copiosa quantità d’acqua caduta in così breve tempo, si sono ingrossati, attivando l’allarme di rischio esondazione.

Basta guardarsi intorno, e fare un giro per quelle zone, perché saltino subito all’occhio i danni – provocati da quest’ultima ondata di maltempo – che, ad oggi, si stimano in una cifra superiore al centinaio di milioni di euro. Anche gli agricoltori e gli allevatori hanno visto, tra gli altri, danneggiati le proprie coltivazioni e i terreni, mandando al macero quintali di frutta e verdura.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Tiziana Terranova - Ancora una volta, è il maltempo a piegare in due la Sicilia, costringendo parte della popolazione delle zone più colpite a rimanere chiusa nelle proprie abitazioni, per precauzione. Un uomo è morto a causa dell'esondazione del torrente Morello, e mi domando se questa tragedia poteva essere evitata, magari con provvedimenti preventivi, che inibissero l'accesso al torrente proprio in queste ore così particolari. Così come dovrebbero essere evacuate tutte le zone limitrofe ai fiumi, che potrebbero esondare nei territori limitrofi, provocando danni a cose e persone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!