Iscriviti

Lecce: svolta sulle indagini della 16enne scomparsa

Sembra che le indagini siano vicine ad una svolta: è stata sequestrata, infatti, la Fiat 500 del fidanzatino di Noemi, auto sulla quale la ragazza è stata ripresa da una telecamera di sorveglianza di una villetta la mattina in cui è scomparsa.

Cronaca
Pubblicato il 13 settembre 2017, alle ore 12:31

Mi piace
6
0
Lecce: svolta sulle indagini della 16enne scomparsa
Pubblicità

Ci nono novità sulla scomparsa di Noemi Durini, la sedicenne di Specchia scomparsa ormai dal 3 Settembre. Le indagini sembrano ad una svolta, proprio oggi, giorno in cui la famiglia della ragazza parlerà pubblicamente. Le indagini e i controlli si concentrano sul fidanzato della ragazza e sulla sua famiglia. E’ stata sequestrata la Fiat 500 di proprietà della famiglia e si sta procedendo a fare degli accertamenti.

Proprio sulla 500 la ragazza era salita all’alba di Domenica 3 Settembre giorno in cui si sono perse le sue tracce. Una telecamera di sorveglianza, infatti ha ripreso alcune immagini della giovane scomparsa proprio a bordo di quell’auto. Tutti i riflettori sono ora puntati sul fidanzato 17enne e sulla sua famiglia. Gli inquirenti, infatti, non hanno ritenuto credibili alcune delle dichiarazioni fatte dal giovane e dalla sua famiglia.

Ricostruendo il rapporto tra i due adolescenti, gli investigatori hanno riscontrato che si trattava di una relazione tormentata. Tutto ciò è venuto fuori scandagliando i post su Facebook e chiedendo informazioni alle amiche di Noemi. Sono state proprio le amiche a raccontare che, Noemi, in alcune confidenze, aveva detto loro del carattere violento del fidanzato.

Lui continua a negare ogni tipo di coinvolgimento nella sparizione, riferendo di essere andato soltanto a prenderla all’alba del 3 Settembre e di averla poi lasciata vicino al campo sportivo di Specchia, paese della ragazza.

Proprio nei pressi del campo sportivo i due ragazzi sono stati ripresi da una telecamera, infatti, i vigili del fuoco hanno concentrato le loro ricerche proprio in quella zona, calandosi anche in un pozzo che si trova appunto nei pressi del campo sportivo, ma le ricerche, come ben sappiamo, non hanno portato a nulla di concreto.

L’ipotesi di reato è il sequestro di persona ed è stata iscritta su doppio fascicolo della procura di Lecce, sia quella ordinaria che quella dei minori. L’ipotesi potrebbe comunque trasformarsi in accusa di omicidio e occultamento di cadavere nel caso in cui , i timori che aleggiano nell’intera comunità dovessero avere conferma.
La speranza comunque continua ad essere quella di trovare Noemi in vita e la famiglia continua a fare appelli affinché chiunque sappia qualcosa parli e aiuti a risolvere il caso.

Anche la sorella di Noemi, Benedetta, che il 28 Settembre discuterà la sua tesi di laurea a Reggio Emilia dichiara in ostinata fiducia: “Lei ci sarà e festeggeremo insieme”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Antonella Casto - Dal profondo anche io spero che questa triste storia abbia finalmente un lieto fine... e che la speranza della sorella che è un po' quella di tutti sia fondata... Si spera soprattutto che chiunque sappia qualcosa, anche minima, trovi il coraggio di parlare... questa storia sta tenendo sospesa un'intera comunità.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara

13 settembre 2017 - 13:20:23

Eh lo dicevo. Ti scappa la fidanzata e manco sai che fine ha fatto? Alla faccia della relazione...

0
Rispondi