Iscriviti
Venezia

In 115.000, a Venezia, per il Volo dell’Angelo

Il tradizionale spettacolo del "Volo dell'Angelo" ha aperto la grande festa del Carnevale a Venezia. A far da "Maria del Carnevale", Claudia Marchiori. Per lo "Svolo" dell'Aquila, è attesa Melissa Satta

Cronaca
Pubblicato il 19 febbraio 2017, alle ore 23:50

Mi piace
9
0
In 115.000, a Venezia, per il Volo dell’Angelo
Pubblicità

La bella giornata di sole ha portato in piazza San Marco, a Venezia, ben 115mila persone per partecipare al tradizionale spettacolo del “Volo dell’Angelo”, che ha aperto la grande festa del Carnevale a cui, in maschera, partecipano grandi e piccini.

A far da “Maria del Carnevale“, quest’anno, è toccato a Claudia Marchiori, una giovane studentessa all’Accademia delle Belle Arti a Venezia. Così, in una pioggia di coriandoli, rivestita di arancio e ciclamino, si è lanciata dal campanile di San Marco al palco della piazza. Appena atterrata, si leggevano in volto le sensazioni di Claudia, che subito ha confermato con le parole: “Un’emozione fantastica, unica, irripetibile“.

La scenografia, anche quest’anno, è stata ben curata: non ha sicuramente deluso chi, abituato a questo rito d’apertura del Carnevale a Venezia, attendeva il ripetersi del maestoso evento, e nemmeno chi – per la prima volta – si trovava in piazza, restando, per così dire, senza fiato. I festeggiamenti hanno avuto, in questo modo, il via ufficiale: ora, per qualche giorno, ci sarà un susseguirsi di spettacoli e di appuntamenti. Ai lati della piazza, si potevano ammirare le botteghe dei mestieri.

L’affluenza è stata davvero alta, costringendo i vigili ad un lavoro superiore al consueto, in particolare al Tronchetto, e in Piazzale Roma. Le forze dell’ordine hanno presidiato i varchi con metal detector in piazza San Marco, mentre molti uomini – dall’alto dei palazzi – osservavano la folla.

Ora, si attende il “Volo“, anzi lo “svolo” dell’Aquila, che si terrà l’ultima domenica di Carnevale, il 26 febbraio. Protagonista del volo 2017, sarà Melissa Satta.

Il “Volo dell’Angelo” è di antica tradizione, poi tralasciato e affidato al volo di una “colombina”, si celebrava il Giovedì Grasso: dal 2001, è stato ripreso, e si celebra a mezzogiorno della prima domenica che apre il Carnevale.

Il “Volo dell’Aquila” non ha una lunga storia: il primo volo è stato fatto nel 2012, ricalcando le modalità del “Volo dell’Angelo”, a una settimana di distanza.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Marilena Carraro - Il Carnevale, a Venezia, è entrato nel pieno della sua attività. Camminare per le calli e le piazzette, in questi giorni, significa respirare davvero un clima di festa e di allegria. Ma, a dire il vero, tutte le volte che si va a Venezia un po' si respira il Carnevale, in qualsiasi periodo dell'anno. Un po' per le maschere, esposte ovunque, un po' per le associazioni maschera-gondola-calle, e così via. Il tradizionale "Volo dell'Angelo" va conservato: non mollarlo, Venezia!

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara

19 febbraio 2017 - 23:51:08

Una tradizione davvero suggestiva!

0
Rispondi