Iscriviti

Guido Barilla: “Mai spot con omosessuali”. E sul web è bufera

Dopo aver affermato che le famiglie gay che non saranno mai al centro di uno spot, Guido Barilla si scusa, ma intanto su internet scoppia la polemica

Cronaca
Pubblicato il 27 settembre 2013, alle ore 14:09

Mi piace
0
0
Guido Barilla: “Mai spot con omosessuali”. E sul web è bufera
Pubblicità

“Non faremo pubblicità con omosessuali, perché a noi piace la famiglia tradizionale. Se i gay non sono d’accordo, possono sempre mangiare la pasta di un’altra marca. Tutti sono liberi di fare ciò che vogliono purché non infastidiscano gli altri”, queste le parole di Guido Barilla, presidente della multinazionale alimentare italiana alla trasmissione “La Zanzara” di Radio24.

Parole che hanno scatenato un fiume di polemiche sul web, social network e nei palazzi della politica.

L’intervista rilasciata a Giuseppe Cruciani ha fatto imbufalire le associazioni omosessuali che hanno subito lanciato una campagna per boicottare il marchio. “Lanciamo una campagna di boicottaggio di tutti i suoi prodotti”, ha fatto sapere il presidente dell’associazione omosessuale Equality Italia, Aurelio Mancuso, secondo cui Guido Barilla ha voluto “lanciare una offensiva provocazione per far sapere che si è infastiditi dalla concreta presenza sociale” degli omosessuali. Il Sel di Nichi Vendola ha immediatamente raccolto la campagna di boicottaggio. “Ecco un altro esempio di omofobia all’italiana”, ha commentato il deputato Alessandro Zan invitando tutti i parlamentari a fare altrettanto. “Dopo le dichiarazioni di Guido Barilla ci chiediamo se dovesse scegliere come testimonial tra Obama e Giovanardi chi sceglierebbe – ha calcato la mano l’associazione Gay Center – il primo è a favore dei matrimoni gay, il secondo è un omofobo”.

E non finisce qui, perché le aziende concorrenti di Barilla hanno subito colto la palla al balzo. Buitoni ha pubblicato su Facebook una foto con la didascalia “A casa Buitoni c’è posto per tutti”, mentre Garofalo ha scritto: “Le uniche famiglie che non sono Garofalo sono quelle che non amano la buona pasta”.

Subissato dalle critiche, Guido Barilla è voluto tornare sull’argomento assicurando che non era nelle sue intenzione urtare la sensibilità di nessuno. “Mi scuso se le mie parole hanno generato fraintendimenti o polemiche – ha spiegato – volevo semplicemente sottolineare la centralità del ruolo della donna all’interno della famiglia”.

Altri video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!