Iscriviti

Cardano al Campo (Varese): vigile urbano spara al sindaco

Un vigile urbano accusato di truffa è entrato questa mattina nel municipio di Cardano al Campo, nel varesotto, e ha sparato al sindaco ferendolo gravemente. Colpito di striscio anche il vicesindaco

Cronaca
Pubblicato il 2 luglio 2013, alle ore 14:01

Mi piace
0
Preferiti
0
Cardano al Campo (Varese): vigile urbano spara al sindaco
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Un vigile urbano di 61 anni, Giuseppe Pecoraro, vicecomandante della stazione di Cardano al Campo, sospeso dal servizio con l’accusa di aver truffato l’Ente sulle ore di straordinario è entrato questa mattina poco prima delle 10 nella sede del Comune ed ha sparato alcuni colpi di pistola contro il sindaco, Laura Prati, che è rimasta ferita gravemente all’addome. Ferito in maniera più lieve alla testa anche Costantino Iametti, il vicesindaco del paese, che era in ufficio assieme al primo cittadino.

Il vigile urbano era stato sospeso dal servizio a causa di una truffa che aveva coinvolto anche altri dipendenti.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe entrato in municipio armato di pistola e, dopo aver fatto allontanare i dipendenti, si è diretto nell’ufficio dove si trovavano il sindaco e il suo vice e ha sparato alcuni colpi di pistola. Poi avrebbe affermato «Ho regolato i conti».

Dopo la sparatoria, l’uomo è entrato nella sede del sindacato Spi Cgil (Sindacato Pensionati Italiani) in via Mameli, vicino al municipio, ha imbracciato un fucile a canne mozze minacciando i presenti e poi ha lanciato un fumogeno o un rudimentale ordigno incendiario far perdere le sue tracce.

Il vigile urbano è stato poi catturato nei pressi di Gallarate, vicino alla famosa discotesca Nautilus. Intercettato dalla una volante, Pegoraro ha sparato contro la pattuglia con un fucile frantumando il finestrino dell’auto. Nella sua vettura i militari hanno trovato un vero e proprio arsenale: due pistole (una 765 e una calibro 9), una carabina, un fucile a pompa e molte munizioni.

Il sindaco Laura Prati, è stata portata d’urgenza all’ospedale di Gallarate, per essere sottoposta ad un intervento chirurgico all’addome per la rimozione dei proiettili. Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!