Iscriviti

La migliore offerta trionfa ai David di Donatello

Con La migliore offerta, Giuseppe Tornatore conquista sei David di Donatello, inclusi quelli per Miglior film, Miglior regia e Migliore colonna sonora per i le musiche di Ennio Morricone.

Cinema
Pubblicato il 24 giugno 2013, alle ore 07:47

Mi piace
0
0
La migliore offerta trionfa ai David di Donatello
Pubblicità

La migliore offerta, ultimo film di Giuseppe Tornatore, fa piazza pulita ai David di Donatello conquistandone addirittura sei, incluso quello per il Miglior Film.

Quest’anno al David di Donatello non c’è n’è stato per nessuno: La migliore offerta, scritto e diretto da Giuseppe Tornatore, ha fatto la parte del leone, vincendo sei statuette e strappando il premio per il Miglior Film a concorrenti del calibro di Diaz, di Daniele Vicari, e Vivi la libertà, di Roberto Andò. Il film si è inoltre aggiudicato il David per il Miglior regista allo stesso Tornatore e per il Miglior compositore all’intramontabile Ennio Morricone, giunto ormai alla sua nona statuetta.

Il film racconta la drammatica storia di Virgil Oldman, esperto d’arte e battitore di fama comprovata interpretato dal sempre ottimo Geoffrey Rush, e del suo incontro con la misteriosa Claire (Sylvia Hoakes), giovane donna che, a causa di un raro disturbo psichico, non esce dalla sua casa da oltre un decennio. Oltre alla poderosa recitazione di Rush, il film deve la sua bellezza all’occhio del regista: Tornatore ci mostra sempre ciò che la storia richiede, senza tuttavia essere prevedibile, con una regia potente, definita, senza fronzoli.

Con il suo ultimo film, Giuseppe Tornatore replica il successo raggiunto nel 2007 con il film La sconosciuta, aggiudicandosi di nuovo il riconoscimento più prestigioso del cinema nostrano. Sebbene all’uscita nelle sale il film abbia diviso la critica, La migliore offerta entra di diritto nel novero dei migliori film di questi ultimi anni.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!