Iscriviti

Ecco le attrici e gli attori italiani morti nel 2015

Il 2015 è stato l'anno dell'addio a moltissime star del cinema, del teatro e della televisione italiani, tra cui Monica Scattini, Moira Orfei, Laura Antonelli, Luca De Filippo e molti altri ancora. Ecco un elenco per ricordare la loro scomparsa

Cinema
Pubblicato il 1 gennaio 2016, alle ore 19:47

Mi piace
4
0
Ecco le attrici e gli attori italiani morti nel 2015
Pubblicità

Con il 2015 che è appena giunto al termine, ricordiamo tutte le star del cinema, del teatro e della televisione italiana che sono venute a mancare nel corso del 12 mesi appena trascorsi.

Il triste elenco inizia con Manrico Gammarota, poliedrico attore, autore e regista la cui filmografia include titoli come “Sangue Pazzo”, “Giovanni Falcone”, “Distretto di Polizia” e “Le Stagioni del Cuore”, morto suicida a febbraio a soli 59 anni.
Il mese di febbraio ha visto anche la scomparsa del 91enne Giacomo Rondinella, attore e cantante popolarissimo tra gli anni ’50 e ’60 comparso in pellicole come “Dov’è la libertà?” di Roberto Rossellini e “Violenza su Lago” di Leonardo Cortese. Rondinella ha inoltre cantato una delle canzoni più famose del cinema italiano; Totò lo volle infatti per cantare la celebre “Malafemmena” del 1951.

E’ stata causata da un tumore la morte di Monica Scattini, attrice 61enne di origine toscana figlia del regista Luigi, apparsa in film come “Parenti Serpenti”, “Lezioni di Cioccolato” e nel musical “Nine” ed in fiction di successo come “Lo zio d’America”, “Elisa di Rivombrosa” e “Un ciclone in famiglia”

Altro volto noto del cinema, del teatro, della radio e della televisione nostrana scomparsi del 2015 è Ivo Garrani, morto a fine marzo. Il caratterista esordì la sua carriera sui palcoscenici, Garrani è ricordato soprattutto per i suoi lavori alla radio, dove interpretò moltissimi personaggi negli sceneggiati proposti negli anni cinquanta e sessanta. Tra i suoi ruoli più famosi ricordiamo quello di Giannino Stoppani nel “Giornalino di Gian Burrasca”.

Sempre a fine marzo è arrivato l’addio a Caterino Bertaglia. Scoperto dal regista Mario Soldati, che lo volle a fianco di Sophia Loren in “La donna del fiume”, Bertaglia ha recitato in oltre cento film, tra cui “Giù la testa”, “Sodoma e Gomorra” e “il richiamo della foresta”.
A maggio ci ha lasciati il regista Claudio Cagliari, il cui “Non essere cattivo” è stato scelto come film italiano da presentare alla selezione per l’Oscar come miglior film straniero.
Giugno è stato il mese in cui l’Italia ha detto addio alla sfortunata attrice Laura Antonelli, indimenticabile protagonista di “Malizia” di Samperi e star di film come “Viuuulentemente mia”, “Grandi Magazzini” e “Rimini Rimini”.

A settembre è morto l’attore romano Franco Interlenghi, il cui esordio avvenne ad appena quindici anni nel capolavoro del cinema neorealista “Sciuscià” di Vittorio De Sica. La sua longeva carriera lo ha portato a recitare in film come “I Vitelloni”, “Don Camillo”, “Il generale Della Rovere”, “Romanzo Criminale” e “Notte prima degli esami – Oggi”.
Sempre a settembre è giunta la morte, dopo una grave malattia, dell’attrice 53enne Vittoria Piancastelli, attrice in film di successo come “Tre uomini e una gamba” e “Non ti muovere” e di serie come “Ultimo”, “Un medico in famiglia 6” e “Il giudice Mastrangelo”.

All’età di 84 anni se ne è andata a novembre Moira Orfei. Nota principalmente per la sua attività circense, Moira ha recitato nel corso della sua carriera in oltre 40 film come “Signore & Signori”, “Casanova 70”, “Totò e Cleopatra” e “Straziami, ma di baci saziami”.

Luca De Filippo, figlio dell’amatissimo Eduardo, è morto a novembre all’età di 67 a causa di un tumore. Dopo l’esordio nel cinema a soli 7 anni in “Miseria e Nobiltà”, la sua carriera ha spaziato dal cinema al teatro fino alla televisione.

Francesco Carnelutti, attore e doppiatore italiano, è scomparso a novembre. Nella sua carriera, oltre ad aver doppiato star come Marlon Brando e Anthony Hopkins, ha recitato in film come “il Codice da Vinci” e “il caso Moro”. Sempre a Novembre è arrivata la notizia della morte di Nicoletta Machiavelli, che aveva abbandonato il cinema negli anni ’80 dopo aver avuto ruoli in film come “Matchless”, “Thrilling” e “Una questione d’onore”.

Dicembre ha visto la scomparsa dell’attore romano Gabriele Ferzetti, comparso il film che fanno ormai parte della storia del cinema come “C’era una volta il West” e “L’avventura”. La sua filmografia include inoltre film come “Io sono l’amore”, “Pedutoamor” e “Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà”.

Sempre a dicembre sono morti Carlo De Mejo, interprete di film come “Capriccio all’italiana”, “Teorema” e “Cassandra Crossing”, e Marina Bonfigli, attrice di teatro, cinema, radio e televisione e Direttore artistico del Teatro Carcano di Milano. Altra attrice di “Teorema” di Pier Paolo Pasolini che è scomparsa nel 2015 è Adele Cambria, nota per essere stata scrittrice e giornalista oltre che attrice.

Infine ricordiamo che ad ottobre il mondo dello spettacolo italiano ha dato l’addio a Morando Morandini, ricordato più nel suo ruolo di critico che in quello di attore. Era infatti l’autore del famoso dizionario cinematografico “Il Morandini”, pubblicato oggi anno da Zanichelli a partire dal 1998.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Anna Santini - Come ogni anno, anche nel 2015 abbiamo dovuto dire addio a molti voti noti ed amati dal pubblico. Mi è dispiaciuta particolarmente la morte di Monica Scattini, oltre ad amarla perché di origine toscana come me l'ho sempre trovata un'attrice molto brava e simpatica, ed era veramente giovane. Anche la mancanza a Morandini sarà molto sentita, il suo dizionario dei film era uno strumento utilissimo per scegliere i film da guardare o informarsi meglio su un film che si era appena visto.

Lascia un tuo commento
Commenti
Evelin Felice

03 gennaio 2016 - 16:17:52

Tra tutti, mi ha colpito molto la morte di Manrico Gammarota,che si è suicidato...

0
Rispondi