Iscriviti

La Juve al teatro dell’assurdo: partita di Champions rinviata!

La serata decisiva di Champions della Juventus è rovinata. Questa sera doveva essere quella della madre di tutte le sfide, la notte in cui la Juve doveva misurarsi con l’inferno dello stadio, con la bolgia di una partita decisiva, con il calore dei tifosi turchi. E’ stata, invece, la serata del gelo, di una partita rinviata […]

Calcio
Pubblicato il 11 dicembre 2013, alle ore 09:34

Mi piace
0
0
La Juve al teatro dell’assurdo: partita di Champions rinviata!
Pubblicità

La serata decisiva di Champions della Juventus è rovinata. Questa sera doveva essere quella della madre di tutte le sfide, la notte in cui la Juve doveva misurarsi con l’inferno dello stadio, con la bolgia di una partita decisiva, con il calore dei tifosi turchi. E’ stata, invece, la serata del gelo, di una partita rinviata per una bufera di grandine e neve che era prevista ma non con questa intensità. L’inferno bianco si è scatenato verso la metà del primo tempo con una violenta grandinata che in pochi minuti ha coperto il campo di una coltre bianca. L’arbitro a questo punto ha fermato la partita e da questo momento è andata in scena una commedia che definire demenziale è dir poco: prima si è assistito ad una scenetta fra l’arbitro e l’addetto alla manutenzione del campo che lo guardava quasi incredulo mentre si presume che l’arbitro chiedesse che venissero pulite le linee del campo diventate invisibili, poi hanno fatto il loro ingresso in campo gli addetti armati di rastrelli di legno (!) che hanno disperatamente tentato di liberare il campo dal ghiaccio sotto la grandinata che continuava imperterrita, e infine l’arbitro Proença esce sul terreno di gioco dopo mezz’ora e sospende definitivamente la partita.

Il teatrino dell’assurdo continua anche dopo, perché ad un comunicato ufficiale dell’UEFA che fisserebbe il recupero della partita domani alle ore 13.00 italiane, fa seguito l’opposizione della polizia turca che si rifiuta di prestare servizio domani alle 13.00 per una questione di turnazione (ma andrebbe bene l’orario delle 14.00 italiane!!!). A questo punto inzia una lunga riunione che si conclude alle 23.45 con un nulla di fatto. Tutto aggiornato a domani mattina alle 9.00 per decidere l’orario della partita!!! Ma non è ancora finita: alle ore 23.56 nuovo comitato ufficiale dell’UEFA che cede alla polizia turca e stabilisce definitivamente l’orario della gara: domani ore 14.00!

Non ci sono parole per descrivere questa situazione che ha del tragicomico!!! Impossibile credere che nel 2013, con la dittatura dei diritti TV che impone di giocare comunque le partite, non si riesca a trovare un mezzo meccanico per pulire un campo da calcio, impossibile credere ai propri occhi vedendo uscire una decina di addetti al campo da gioco muniti di rastrelli per spalare la neve da una superficie di almeno 6400 mq, impossibile credere che, nonostante le previsioni dicessero neve, nessuno si è preoccupato di procurarsi dei mezzi un po’ meno rudimentali, impossibile, infine, tollerare l’immobilismo degli organi decisionali calcistici che non riescono a decidere l’orario di una partita fino alla mezzanotte.

Gli altri risultati dell’ultima giornata della fase a gironi: Copenhagen-Real Madrid 0-2 con gol di Modric e Ronaldo, Real Sociedad-Bayern Leverkusen 0-1 con gol di Toprak, Manchester United-Shaktar 1-0 con gol di Jones, Bayern Monaco-Manchester City 2-3 con gol di Gotze e Muller per il Bayern e Silva, Kolarov e Milner per il City, Olympiacos- Anderlecht 3-1 con doppietta di Saviola e gol di Dominguez per l’Olimpiacos e gol di Kjestan per l’Andelecht, Benfica- PSG 2-1 con gol di Lima e Gaitan per il Benfica e Cavani per il PSG, Victoria Plzen-CSKA Mosca2-1con gol di Kolar e Vagner per il Plzen e Musa per il CSKA.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!