Iscriviti

Champions League, verso Cardiff 2017: Ronaldo non teme la Juventus

L'asso del Real Madrid non si ritiene per niente preoccupato della finale di Champions, stima la Juve ma non la teme e spera che Buffon e compagni incappino in una serata storta.

Calcio
Pubblicato il 1 giugno 2017, alle ore 15:10

Mi piace
12
0
Champions League, verso Cardiff 2017: Ronaldo non teme la Juventus
Pubblicità

Cristiano Ronaldo si presenta davanti ai microfoni di giornalisti di tutto il mondo e parla a ruota libera della grande sfida della finale di Champions League contro la Juventus. Il campione del Real Madrid sta soffrendo di un raffreddore, ma non si ritiene preoccupato per la propria condizione fisica e dice che avere un po’ di raffreddore è meglio che soffrire di un infortunio e si ritiene pronto per la partita della stagione.

Il portoghese di Madeira dice che il Real Madrid sta vivendo un grandissimo momento di forma, che tutto questo è dovuto alla sapiente gestione del tecnico Zinedine Zidane del turnover e di tutti i giocatori della rosa dei blancos. La Liga vinta, inoltre, ha portato tanta tranquillità nel gruppo madridista, che si ritiene capace di ottienere una doppietta storica e di raggiungere la dodicesima Coppa dei Campioni, quella che sarebbe la terza coppa in quattro anni.

Ronaldo è convinto che la forza del Madrid è impressionante e che per vincere serve umiltà, ma non troppa, e bisogna segnare quanti più gol per soffrire il meno possibile anche nella finale più complessa della stagione. Ai microfoni delle televisioni italiane, Cristiano Ronaldo ha affermato che stima molto la Juventus e la sua difesa, ma non la teme, e spera che Gigi Buffon e i forti difensori dei bianconeri incappino in una serata molto negativa.

Luka Modric, come Ronaldo, esprime molta ammirazione per la difesa della Vecchia Signora, ma il croato dice che i bianconeri hanno anche altre qualità, un centrocampo ed un attacco di grande qualità, che si sacrificano per la squadra.

Ronaldo, Modric, Zidane e tutto il Real Madrid si apprestano a sfidare la Juventus sapendo che la sfida sarà giocata alla pari e per questo la vittoria della dodicesima Coppa dei Campioni da parte dei bianchi non sarà affatto una mera formalità.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - Cristiano Ronaldo, come al solito, pecca di modestia e ritiene che la Juventus sia una squadra da rispettare ma che, una volta segnati un paio di gol, non ci sia più niente da temere. In realtà Ronaldo sa benissimo che segnare due gol a questa Juventus e al suo capitano Gigi Buffon sarà molto difficile. Sarà invece proprio il Real Madrid a doversi comportare bene in difesa, perché un paio di gol subiti contro una Juve che non prende gol suonerebbero come una sorta di condanna alla sconfitta.

Lascia un tuo commento
Commenti
Giuseppe Chimenti

01 giugno 2017 - 15:17:42

Il fatto stesso che Ronaldo speri in una serata storta di Buffon e compagni denota il suo timore...CR7, prova a sperare in una buona prestazione del Real piuttosto che in una prova sottotono della Juve! Sai già che se la nostra serata non è storta ce la giochiamo ad armi pari, anzi ci dovete battere

0
Rispondi