Iscriviti

NBA, le partite di lunedì 3 aprile 2017 e di martedì 4 aprile 2017

Nella notte di lunedì si è disputata una sola partita in concomitanza con la finale del basket universitario NCAA. Martedì vincono sia i Cleveland Cavaliers che i Golden State Warriors.

Basket
Pubblicato il 5 aprile 2017, alle ore 17:31

Mi piace
10
0
NBA, le partite di lunedì 3 aprile 2017 e di martedì 4 aprile 2017
Pubblicità

Nella notte di lunedì 3 aprile 2017 in NBA si è disputata una sola partita, in concomitanza con la finale del basket universitario della NCAA: i Minnesota Timberwolves vincono di misura per 110 a 109 contro i Portland Trail Blazers ed assestano una battuta d’arresto ai rosso-nero-bianchi che rischia di costare caro per la partecipazione ai prossimi playoff.

Nella notte successiva di martedì 4 aprile 2017 si sono disputate invece undici partite.

I Cleveland Cavaliers sconfiggono largamente gli Orlando Magic con il punteggio di 122 a 102 e, con questa vittoria, raggiungono in testa alla Eastern Conference i Boston Celtics. Per i Cavs la migliore prova è di Kevin Love, che segna 28 punti e 11 rimbalzi mentre, nei Magic, Evan Fournier mette in saccoccia 21 punti.

I Golden State Warriors vincono una bella partita contro i Minnesota Timberwolves per 121 a 107 con un dominio pressocché conquistato in tutto il corso dell’incontro. Nei Warriors si segnala la prova di Stephen Curry, che segna 41 punti e 3 rimbalzi mentre, nei Wolves, Shabazz Muhammad segna 24 punti e 11 rimbalzi.

Gli Oklahoma City Thunder travolgono i Milwaukee Bucks, atterrandoli con un poderoso punteggio di 110 a 79, e dove il protagonista è ancora una volta uno dei possibili MVP della stagione, Russell Westbrook, che mette a segno la 41esima tripla doppia della stagione, con 12 punti, 13 assist e 13 rimbalzi.

I San Antonio Spurs vincono all’overtime contro i Memphis Grizzlies per 95 a 89, confermando sempre di più la loro seconda posizione ad Ovest, oramai matematica. Negli Spurs, Kawhi Leonard mette a segno ben 32 punti, 12 rimbalzi e 4 assist mentre, nei Memphis Grizzlies, Mike Conley segna 19 punti e 6 assist.

Gli Utah Jazz vincono contro i Portland Trail Blazers per 106 a 87, mettendo a rischio la qualificazione degli sconfitti. Gli Indiana Pacers cercano di riassicurarsi la postseason battendo i Toronto Raptors per 101 a 90. I Denver Nuggets vincono alla grande in casa dei New Orleans Pelicans per 134 a 131 e tornano a sperare nei playoff.

Nelle altre partite, i New York Knicks battono i Chicago Bulls per 100 a 91; i Washington Wizards battono i Charlotte Hornets per 118 a 111; i Sacramento Kings vincono contro i Dallas Mavericks per 98 a 87, infine, i Brooklyn Nets soverchiano i Philadelphia 76ers per 141 a 118.

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - Nella notte di martedì tutte le squadre favorite per la vittoria finale hanno vinto: Cleveland, Golden State e San Antonio hanno mantenuto le promesse ed hanno vinto in partite non facili da gestire. I Boston Celtics non hanno giocato, ma oramai è un testa a testa con i Cavaliers per la vittoria nella Eastern Conference. Ad Ovest tutto appare deciso, con Golden State al primo posto e San Antonio al secondo, ma molta attenzione c'è da porre in questa Conference, dove le possibili sorprese sono molte, primi fra tutti gli Oklahoma City Thunder di Russell Westbrook.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!