Iscriviti

NBA, le dodici partite di sabato 11 marzo 2016

Nella notte si sono disputate dodici partite: analizziamo gli stati di forma di tutte le squadre ad un mese dalla fine della regular season, cercando di capire come possa concludersi questa esaltante stagione.

Basket
Pubblicato il 12 marzo 2017, alle ore 15:17

Mi piace
7
0
NBA, le dodici partite di sabato 11 marzo 2016
Pubblicità

Nella notte della NBA si sono disputate dodici partite. Oggi prendiamo in esame tutti i risultati, analizzando gli stati di forma delle squadre.

Gli Oklahoma City Thunder sconfiggono gli Utah Jazz per 112 a 104: i Thunder hanno ottime probabilità di entrare nei playoffs con un posto tra il 5° ed il 7°, mentre i Jazz si posizioneranno forse al quarto posto, mostrandosi come una squadra in grande forma.

I Los Angeles Clippers, che faranno i playoff, battono i Philadelphia 76ers per 112 a 100: i Sixers difficilmente disputeranno la postseason.

I Detroit Pistons dovranno sudare ancora a lungo per mantenere la posizione dei playoffs, ma con la vittoria sui New York Knicks – che hanno poche probabilità di disputare la postseason – per 112 a 92 li aiuterà parecchio.

I New Orleans Pelicans vincono all’overtime per 125 a 122 contro i Charlotte Hornets: entrambe lottano per entrare nei primi otto delle rispettive Conference.

I Cleveland Cavaliers vincono per 116 a 104 in casa degli Orlando Magic: i Cavs devono difendere il loro primo posto nella Eastern Conference, mentre i Magic sono quasi tagliati fuori dalla corsa playoff.

I Milwaukee Bucks battono per 102 a 95 i Minnesota Timberwolves, confermando la loro posizione nella zona playoff, mentre i Timberwolves sono troppo altalenanti nel rendimento per pensare di entrare nelle prime otto.

I Miami Heat vivono un grande momento di forma e battono i Toronto Raptors per 104 a 89: gli Heat sono ad un soffio dalla zona playoffs, mentre i Raptors possono ancora ambire ad un secondo posto nella Eastern Conference.

I San Antonio Spurs vincono la super partita contro i Golden State Warriors per 107 a 85 e si preparano a scalzare proprio i Warriors, non certo in grande forma ultimamente, dal primo posto della Western Conference.

Gli Atlanta Hawks vincono in casa dei Memphis Grizzlies per 107 a 90: per la franchigia della Georgia i playoffs sono quasi una certezza, così come per i Grizzlies.

I Dallas Mavericks perdono una grande occasione di avvicinarsi all’ottavo posto valido per i playoffs, venendo sconfitti in casa dai Phoenix Suns – fuori da ogni discorso per la postseason – per 100 a 98.

Washington Wizards vincono per 125 a 124 contro i Portland Trail Blazers e confermano le loro possibilità di dare l’assalto alla prima posizione della Eastern Conference: per i Trail Blazers c’è ancora da lottare per entrare nei playoffs, ma si può ancora sperare.

I Denver Nuggets difendono la loro ottava posizione nella Western Conference vincendo per 105 a 92 contro i Sacramento Kings, quasi rassegnati a rimanere fuori dai playoff.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - Le eccitanti sfide di sabato ci hanno dato la possibilità di vedere all'opera quasi tutte le squadre della NBA: va evidenziata la vittoria più importante di questa parte di stagione, quella dei San Antonio Spurs, che abbattono i Golden State Warriors, ed ormai il lungo inseguimento degli Spurs ai Warriors è stato completato. Se gli Spurs dovessero scalzare i Warriors, salterebbero tutte le gerarchie e le previsioni, e questo non potrebbe che far bene per tutto lo spettacolo a cui ci troveremo di fronte dalla metà di aprile in poi, quello dei playoff.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!