Iscriviti
scrivi

NBA, le dodici partite di lunedì 6 marzo 2017

I Cleveland Cavaliers cadono ancora per mano dei Miami Heat, stavolta sul parquet di casa, mentre i Golden State Warriors vincono anche in casa degli Atlanta Hawks. I Los Angeles Clippers battono i Boston Celtics.

Basket
Pubblicato il 7 marzo 2017, alle ore 11:10

Mi piace
6
Preferiti
0
NBA, le dodici partite di lunedì 6 marzo 2017
Pubblicità
  • correlati
  • commenti

Nella notte della NBA di lunedì 6 marzo 2017 si sono disputate dodici partite che hanno mosso di molto la classifica di entrambe le Conference.

I Miami Heat sono riusciti a battere di nuovo i Cleveland Cavaliers, una squadra piuttosto in confusione dopo l’All Star Game e gli Heat, nonostante giocassero in trasferta nell’Ohio, sono riusciti ad avere la meglio dei padroni di casa disputando una gara molto regolare e mantenendo il distacco in limiti abbastanza importanti per non essere raggiunti, così Miami vince per 106 a 98. Dion Waiters mette a segno 29 punti e 5 assist, Goran Dragic mette a segno 28 punti e 6 assist, mentre nei Cavaliers Kyrie Irving segna 32 punti, 7 rimbalzi e 3 assist.

Gli Atlanta Hawks tengono testa per un tempo ai Golden State Warriors, poi la supremazia degli ospiti californiani si fa più netta nel corso del quarto periodo, così i Golden State Warriors riescono a portare a casa il successo per 111 a 105 contro i padronii di casa di Atlanta.

Per i Golden State Warriors, Stephen Curry mette a segno 24 punti, 9 assist e 4 rimbalzi, Andre Iguodala segna 24 punti, 5 rimbalzi e 4 assist, negli Atlanta Hawks invece a dominare il tabellino è Dennis Schroder con 23 punti, 4 rimbalzi e 3 assist.

I Los Angeles Clippers tornano al successo sconfiggendo la seconda squadra della Eastern Conference, i Boston Celtics, sul parquet amico della città degli angeli con il punteggio di 116 a 102: la gara è stata apertissima e piena di colpi di scena, i Los Angeles Clippers hanno dovuto faticare moltissimo per riuscire a recuperare il risultato, ma alla fine hanno vinto con un punteggio piuttosto largo.

Nel 116 a 102 finale, i Clippers vedono la bella prova di Blake Griffin, che segna 26 punti, 8 rimbalzi e 3 assist mentre, negli avversari di Boston, Isaiah Thomas mette a referto 32 punti e 5 assist.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - I Cleveland Cavaliers crollano ancora sotto i colpi dei Miami Heat ed il loro momento difficile emerge sempre più, che siano in campo tutti i titolari oppure che giochino le riserve, il risultato non cambia ed i Cavaliers si confermano in grande difficoltà. Va ricordato che anche lo scorso anno i Cavaliers conclusero la regular season con un record non immacolato, abbastanza ricco di sconfitte, ma alla fine ebbero la meglio sui Golden State Warriors dei record, Perciò, attendiamo che i Cavaliers escano dal loro momento difficile ed allora vedremo se la franchigia dell'Ohio ha i mezzi per vincere per il secondo anno consecutivo il campionato dell'NBA.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!