Iscriviti

NBA, 8 marzo 2017: Golden State perde ancora

Improvvisa frenata dei Golden State Warriors, che perdono di nuovo contro i Boston Celtics davanti al proprio pubblico, nella stessa notte in cui i San Antonio Spurs vincono contro i Sacramento Kings.

Basket
Pubblicato il 9 marzo 2017, alle ore 10:56

Mi piace
6
0
NBA, 8 marzo 2017: Golden State perde ancora
Pubblicità

Nella notte della NBA di mercoledì 8 marzo 2017 si sono disputate undici partite. I Golden State Warriors perdono di nuovo, come lo scorso anno – nella stagione dei record – in casa contro i Boston Celtics.

La vittoria dei verdi del Massachusetts è maturata nel quarto periodo, dove hanno rimontato lo svantaggio subìto contro i Warriors e sono riusciti a portare a casa la vittoria con il punteggio di 99 a 86. Nei Boston Celtics, Isaiah Thomas mette a referto una prova concreta in cui segna 25 punti e 3 assist, con Avery Bradley che segna 12 punti e 6 rimbalzi. Nei Golden State Warriors, invece, Klay Thompson mette a referto 25 punti e 6 rimbalzi.

I San Antonio Spurs hanno ottenuto la vittoria con un risultato di 114 a 104 sui Sacramento Kings, così si riavvicinano nuovamente ai Golden State Warriors ed alla prima posizione: gli Spurs possono provare seriamente a raggiungere il primo posto della Western Conference, visto il momento non facile dei Warriors, magari approfittando degli scontri diretti.

Nella loro vittoria, gli Spurs mettono in evidenza la prestazione di Manu Ginobili, che segna 19 punti, 5 assist e 4 rimbalzi; nei Kings, Tyreke Evans mette a referto 26 punti e 4 rimbalzi.

Gli Utah Jazz vincono in casa degli Houston Rockets e rinsaldano sempre di più la loro quarta posizione nella Western Conference. I Jazz hanno controllato la gara senza mai assumere vantaggi stratosferici, ma con grande bravura ed inaspettata esperienza, coi i Rockets che avrebbero potuto recuperare lo svantaggio in ogni momento.

Negli Utah Jazz, Gordon Hayward segna ben 23 punti, 7 rimbalzi e 4 assist, mentre Rudy Gobert mette a segno 23 punti e 10 rimbalzi. Nei Rockets, sconfitti in questo scontro diretto, James Harden è comunque sempre protagonista e mette a segno 35 punti, 6 assist e 4 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - La caduta inattesa dei Warriors in casa contro i Boston Celtics apre qualunque scenario nella Western Conference: i Warriors stanno per essere agganciati di nuovo dagli Spurs e questo fatto può aprire qualsiasi scenario di fronte all'immensa platea della NBA. Di fronte alle due grandi franchigie ci sono ancora gli scontri diretti, durante i quali probabilmente si scriverà la classifica della Western Conference, la quale inevitabilmente influenzerà tutto l'andamento della post season, con i grandi vantaggi che offre la prima posizione e la possibilità di dominare di conseguenza nei playoff.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!