Iscriviti

NBA, 31 marzo 2017: in undici partite si decide la stagione

Tanti i risultati che oramai assomigliano a dei verdetti per il finale della regular season della NBA. Vittorie decisive per Golden State, San Antonio, Boston e Cleveland. nonchè per Milwaukee e Utah.

Basket
Pubblicato il 1 aprile 2017, alle ore 13:38

Mi piace
8
0
NBA, 31 marzo 2017: in undici partite si decide la stagione
Pubblicità

Nella notte della NBA di venerdì 31 marzo 2017 si sono disputate undici partite. I Golden State Warriors vincono il duro scontro contro gli Houston Rockets per 107 a 98 e rimontano la squadra in rosso, in vantaggio fino alla metà dell’ultimo periodo.

Nei Warriors il migliore è Stephen Curry, con 24 punti, 7 rimbalzi e 5 assist, mentre nei Rockets James Harden si prende la palma del migliore della propria squadra con 17 punti, 12 rimbalzi e 8 assist.

I San Antonio Spurs si impongono in casa degli Oklahoma City Thunder per 100 a 95 e la vittoria è abbastanza vanificata dalla vittoria degli Warriors: le vittorie da recuperare sui dominatori della NBA sono tre e gli Spurs dovranno probabilmente accontentarsi della seconda posizione. Negli Spurs Kawhi Leonard mette a segno 28 punti e 8 rimbalzi, mentre negli Oklahoma City Thunder non basta la 39esima tripla doppia di Russell Westbrook, che segna 32 punti, 15 rimbalzi e 12 assist.

Ad Est invece è tutto più incerto. I Boston Celtics prevalgono sugli Orlando Magic per 117 a 116 in una gara dai mille colpi di scena. Grazie a questa faticata vittoria i Celtics rimangono al primo posto ad Est grazie anche ad Isaiah Thomas ed ai suoi 35 punti, 7 assist e 3 rimbalzi. Nei Magic grande prova di Aaron Gordon con 32 punti e 16 rimbalzi.

I Cleveland Cavaliers non mollano la presa, battendo i Philadelphia 76ers per 122 a 105. Nella franchigia dell’Ohio il migliore è come sempre LeBron James con 34 punti, 9 rimbalzi e 6 assist, mentre Richaun Holmes nei 76ers segna 19 punti e 7 rimbalzi.

I Milwaukee Bucks vincono dopo un tempo supplementare contro i Detroit Pistons, spingendoli oramai lontano dalla zona playoffs: si chiude sul 108 a 105 per i verdi del Wisconsin. Gli Utah Jazz consolidano la loro quarta posizione ad Ovest battendo gli Washington Wizards per 95 a 88.

I Charlotte Hornets vincono per 122 a 105 contro i Denver Nuggets, per i quali i playoffs si allontanano. I Toronto Raptors vincono contro gli Indiana Pacers per 111 a 100 e migliorano la propria posizione nella zona playoff.

Nelle altre gare, i New York Knicks battono i Miami Heat per 98 a 94; i Memphis Grizzlies vincono contro i Dallas Mavericks per 99 a 90; infine, i New Orleans Pelicans stendono i Sacramento Kings per 117 a 89.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - Tutte le squadre della NBA sono impegnate nella rincorsa alla migliore posizione per i playoff possibile, di modo da disputare la postseason con quante più chances possibili di passare il primo turno. Evitare di incontrare i Golden State Warriors ed i San Antonio Spurs è l'imperativo di tutti ad Ovest, mentre ad Est, con lo scenario molto più incerto e le forze più variabili, tutti avranno almeno un minimo di chance di passare il primo turno. L'importante per tutti è però almeno di raggiungere i playoff: per tutti questo traguardo è un primo successo stagionale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!