Iscriviti

Rivoluzione in casa Smart: dal 2020 saranno vendute solo auto elettriche

Ad annunciarlo è stato il numero uno della Daimler, Dieter Zetsche. Le ultime Smart con motore endotermico saranno consegnate nell’autunno del 2019; successivamente verranno offerti modelli esclusivamente elettrici.

Auto
Pubblicato il 15 settembre 2017, alle ore 16:44

Mi piace
15
0
Rivoluzione in casa Smart: dal 2020 saranno vendute solo auto elettriche
Pubblicità

A partire dal 2020 Smart produrrà solo auto elettriche. L’annuncio è arrivato per bocca di Dieter Zetsche, gran capo del gruppo Daimler, intervistato per l’occasione durante il Salone di Francoforte. Con questa decisione la casa tedesca non può che riconoscere di essersi già avviata verso una svolta epocale.
Per la rivoluzione a zero emissioni non si dovrà però attendere più di tanto. Le ultime Smart con motore endotermico saranno consegnate ai concessionari durante l’autunno del 2019. Successivamente con il 2020 partirà la nuova era esclusivamente elettrica.

La rivoluzione green della Smart sarà destinata a coinvolgere anche gli altri brand del gruppo Daimler. L’offensiva elettrica prevede infatti un piano molto ambizioso: entro il 2022 l’intera gamma Mercedes-Benz dovrà essere disponibile in versione ibrida o completamente elettrica. Come fatto presente dai dirigenti della casa della stella a tre punte, per attuare una simile strategia non si è certo badato a spese. Per la precisione l’investimento previsto nei prossimi 10 anni ammonta a qualcosa come 10 miliardi di euro.

Di fatto il marchio delle sbarazzine ForTwo e FourFour farà da apripista a tutti gli altri modelli del gruppo. Ad esserne coinvolta in primo piano sarà senza dubbio l’Italia, Paese che rappresenta il primo mercato mondiale delle Smart.

Nonostante il preannunciato cambio di rotta, Smart continuerà comunque a mantenere fede a quella filosofia che l’ha contraddistinta fin dalla sua fondazione. Annette Winkler, capo del brand Smart, ha affermato che di fatto “la Smart resterà un brand per la mobilità personale, anche se i confini della proprietà saranno più sfumati”. In altre parole Smart non poteva rimanere certo immune dal concetto della condivisione della propria auto con altri utenti.

Ma oltre ad essere green e condivisibile, la Smart del futuro dovrà per forza di cose essere autonoma e connessa; sarà scontato ricordarlo, ma sono proprio i concetti più importanti su cui oggi si concentrano i più grandi costruttori d’auto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Antonio Sorice - La strategia della dirigenza Daimler è molto chiara. Si ha intenzione di utilizzare le Smart come banco di prova per la transizione alla propulsione elettrica dell’intero gruppo. Siamo così di fronte ad una scelta oculata, in quanto si ricorre alle Smart, le auto di taglia più piccola del lotto, tra le altre cose utilizzate prevalentemente in città. Ed è proprio qui che le esigenze di mobilità a zero emissioni sono più sentite. Una volta rodata la svolta, a quel punto sarà più facile estendere la rivoluzione anche alle altre auto del gruppo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!