Iscriviti

Renault Alaskan, arriva anche in Europa il pick-up familiare francese

Dopo uno lungo sviluppo ed un lancio test in America Latina, Renault si appresta a far esordire anche nel mercato europeo il suo pick-up familiare "Renault Alaskan", con tanta comodità, spazio, tecnologia, capacità di carico, e sicurezza di guida.

Auto
Pubblicato il 4 settembre 2017, alle ore 11:58

Mi piace
13
0
Renault Alaskan, arriva anche in Europa il pick-up familiare francese
Pubblicità

Secondo recenti stime di mercato, una delle categorie di veicoli più indicata ad avere successo in Europa, assieme ai SUV, è quella dei “pick-up familiari”: non stupisce, quindi, che la francese Renault abbia deciso di far sbarcare anche nel vecchio continente il suo Renault Alaskan, visto in forma di prototipo nel 2015 a Francoforte e lanciato commercialmente in America latina nel 2016, dopo la presentazione in forma definitiva all’autosalone parigino del medesimo anno.

La versione europea del Renault Alaskan, cadenzato in 4 allestimenti, esibisce un frontale imponente, con un’ampia calandra dominata dal rombo aziendale, mentre il cofano del motore mostra delle nervature laterali che sembrano l’ideale continuazione degli occhi del veicolo, rappresentati da fanali a LED (FullLed in alcune varianti). Di contro, le fiancate sono più tranquille, con i predellini per salire nell’abitacolo, ed i passaruote che – contornati dai canonici codolini – non sembrano sporgere più di tanto: un vezzoso tocco di stile, invece, è rappresentato dalle cromature presenti in alcune finiture (i perimetri dei finestrini, le maniglie delle portiere).

L’abitacolo, dotato di clima bizona, propone sedili esteticamente ispirati a quelli in auge presso la NASA, riscaldabili sul davanti, dotati di  679 mm per le ginocchia dei passeggeri posteriori, e di 8 regolazioni possibili per il posto del guidatore: una comodità che di esplica anche nelle dimensioni particolarmente spaziose del veicolo (5,32 m x 1,85 x 1.83), ed in quelle del cassone posteriore, dotato di un’ampia volumetria (2,46 metri quadrati) e capacità di carico, pari a 500 kg con la sponda posteriore aperta ma il carico ben fissato, in virtù del sistema “C-Channel” (4 ganci scorrevoli, guide fisse sui 3 lati).

Non solo comodità, comunque, ma anche tantissima tecnologia nel nuovo pick-up familiare della Renault, al quale si accede con un sistema “keyless” (usato anche per l’avviamento): sotto quest’aspetto, Alaskan ha un pannello strumenti costituito da un display TFT 3D a colori da 5 pollici (velocità, bussola, consumi, autonomia), un infotainment (navigazione ed audio di bordo), diversi portaoggetti, mentre – in ottica di guida sicura – è possibile avere una visuale a 360° attorno al veicolo (grazie a 4 microcamere posizionate nei 4 punti cardinali), e si dispone dell’assistenza per la partenza in salita, la marcia in discesa, ed il mantenimento della distanza di sicurezza, con relativa frenata d’emergenza

A livello prettamente meccanico, la Renault Alaskan – dotata anche di differenziale posteriore autobloccante – dispone di una trazione posteriore sui terreni normali, che diventa integrale su quelli accidentati, grazie al controllo elettronico. Il motore è un turbodiesel 2.3 dCi, opzionabile nelle potenze da 160 e 190 cavalli vapore, con cambio automatico a 7 marce, o manuale a 6 rapporti. Renaut Alaskan esordirà negli autosaloni transalpini ad Ottobre, con prezzi che verranno comunicati – però – proprio in questi giorni. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Anche quella dei pick-up è una delle mie categorie preferite di veicolo: normale, in effetti, essendo stato un fan sfegatto di Walker Texas Ranger! A parte questa piccola facezia, il Renault Alaskan ha un aspetto piuttosto familiare, e poco da scavezzacollo, per quanto le sue dotazioni gli permettano ampiamente di girare anche sui terreni accidentati senza perdere il suo corposo carico di 500 kg potenziali. Straordinariamente, il comfort - per un veicolo del genere - è messo davvero al primo posto, e la spartanità dei primi pick-up cede il passo a tecnologie decisamente avanzate.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!