Iscriviti

Nissan Serena, debutta il nippo-minivan con guida assistita ProPilot

Nissan ha annunciato l'arrivo, ad Agosto, sulle strage giapponesi, del minivan Serena con ProPilot per la guida semi-autonoma che aiuterà il pilota in contesti prevalentemente extraurbani. A partire dal 2018, l'esordio in ambito internazionale (con upgrade).

Auto
Pubblicato il 14 luglio 2016, alle ore 23:07

Mi piace
1
0
Nissan Serena, debutta il nippo-minivan con guida assistita ProPilot
Pubblicità

La giapponese Nissan ha comunicato la sua intenzione di entrare ufficialmente nel segmento dei veicoli “driverless” col suo pregevole minivan Nissan Serena del 2017 che sarà dotato, per l’occasione, di un sistema ProPilot per la guida semi-autonoma.

La Serena 2017, oggetto della ottimizzazione smart della Nissan, adotterà un sistema di videocamere e radar, frutto della collaborazione con l’israeliana MobileEye, che l’aiuteranno a costruirsi un modello tridimensionale dell’ambiente che, in movimento, la circonderà. Grazie ad una combinazione intelligente di freni, acceleratori e sterzo, la Nissan Serena 2017 riuscirà – quindi – a percepire ed a rispettare la distanza che la separa dal veicolo precedente e sarà anche capace di affrontare la circostanza eccezionale di un veicolo terzo che si infilerà in questo spazio. Oltre a ciò, il ProPilot della Nissan permetterà al veicolo in questione anche di frenare e ripartire agli stop e di tenere la corsia nei casi di lunghe percorrenze e tragitti stressanti.

Nissan, dopo aver ammesso le somiglianze col corrispondente sistema AI delle Tesla, ha spiegato – però – che il suo ProPilot differisce per una maggiore prudenza visto che entrerebbe in funzione solo quando il veicolo avesse in corso una velocità compresa tra i 30 ed i 100 km orari: detto in altri modi, in ambito urbano, il pilota dovrà fare da solo e sarà solo nei contesti extraurbani (quindi di lunga percorrenza) o di traffico pesante che potrà avvalersi dell’assistenza del ProPilot della Nissan. Assistenza, bene inteso: la guida autonoma della Serena 2017, infatti, è di livello 2 e, quindi, al pilota viene comunque richiesto di mantenere un assetto di vigile attenzione in modo da poter subentrare al ProPilot in circostanze di particolare complessità.

Come detto, la Nissan Serena 2017 smart esordirà nell’Agosto del 2016 ma sulle strade giapponesi già opportunamente attrezzate dal punto di vista normativo. Nel 2018, poi, il veicolo in questione, con tutta la sua dotazione autonoma, arriverà anche nel mercato internazionale e, in quell’occasione, saranno già state implementate nuove funzionalità (la guida autonoma su più corsie). La tappa finale di questo progetto di mobilità autonoma targato Nissan avrà il suo clou nel 2020 quanto verranno caricate a sistema anche le specifiche per la guida autonoma in un contesto urbano (es. la gestione degli incroci).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Il sistema di guida assistita è, a mio avviso, preferibile a quello di guida autonoma perché, ad oggi, è ancora presto per affidare totalmente la propria vita ad un'intelligenza artificiale. Essere, invece, assistiti nella guida potrebbe essere utile a prevenire gli errori umani che possono risultare in caso di lunghe percorrenze o di traffico intenso: quindi, ben venga. Oltretutto, il sistema ProPilot della Nissan ha anche l'accortezza, espressione di maggiore prudenza, di entrare in funzione solo in particolari condizioni di velocità e nei contesti extraurbani. Insomma, sarà difficile tirare sotto qualcuno perchè vi siete distratti a giocare con Pokémon Go sul vostro smartphone...almeno speriamo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!