Iscriviti
scrivi

Da Detroit l’Audi h-tron quattro concept, il SUV integrale a idrogeno

L'11 Gennaio 2016 si è aperto, a Detroit, il nuovo Salone dell'Auto e una delle auto che subito ha rubato la scena è stata la Audi h-tron quattro concept, un SUV sportivo integrale alimentato a idrogeno e sviluppato dalla Volkswagen.

Pubblicità
Auto
Pubblicato il 12 gennaio 2016, alle ore 00:21

Mi piace
0
Preferiti
0
Da Detroit l’Audi h-tron quattro concept, il SUV integrale a idrogeno
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Il Ces 2016, anche all’insegna dell’automotive, si è appena concluso a Las Vegas ma gli amanti della guida ecologica e tecnologica non dovranno penare molto perché, a Detroit, si è appena aperta l’edizione 2016 del Salone dell’Auto (11-24 Gennaio), la famosa fiera dell’automobilismo che si tiene nella celebre cittadina del Michigan dal 1907.

Tra le varie proposte presentate nel primo giorno di esposizioni, grande interesse è stato destato dall’Audi h-tron quattro concept, il primo SUV a trazione integrale alimentato ad idrogeno e prodotto dalla Volkswagen.  

L’Audi h-tron quattro concept è un SUV sportivo intimamente legato alla e-tron quattro concept già vista al Salone dell’Auto di Francoforte: grazie alla tecnologia modulare MLB Evo è stato possibile sfruttare la stessa linea e lo stesso principio del pianale dell’altro modello ma con una tecnologia d’alimentazione differente. 

Dando un’occhiata all’esterno, l’Audi h-tron è costruita con materiali resistenti ma ultraleggeri e, grazie ad alcuni accorgimenti aerodinamici (es. gli specchietti retrovisori sostituiti da videocamere), è in grado di offrire un coefficiente di resistenza aerodinamico di 0,27. Interessante la soluzione proposta in sede di illuminazione stradale: anche in questo caso troviamo applicata la tecnologia laser Matrix che consente di adattare velocemente il fascio di luce alle condizioni stradali e alla velocità di guida (fascio di luce ampio a basse velocità, basso e concentrato ad alte velocità).

Sotto il cofano di questa Audi h-tron quattro concept, troviamo – nella parte anteriore – una cella a combustibile (idrogeno) capace di erogare una potenza di 150 cavalli vapore mentre una spinta supplementare, di 136 cavalli vapore, è erogata dalla batteria agli ioni di litio da 100 kW che si occupa anche di immagazzinare l’energia generata dalle frenate. Ulteriore energia, poi, è fornita ai due motori elettrici (uno sull’asse anteriore, l’altro su quello posteriore) anche dal tettuccio a pannelli solari che è in grado di garantire 1000 km in più di percorrenza annuale: in ogni caso l’autonomia di questo veicolo è stimata, grazie a un pieno d’idrogeno e all’accumulatore di cui sopra, in 600 km e la velocità massima non va oltre i pur considerevoli 200 km/h

Naturalmente, l’Audi h-tron quattro concept è un’auto smart. In quanto tale, grazie alla tecnologia Piloted driving e alla robusta dotazione di sensori (a ultrasuoni, a radar, con scanner laser, con videocamera di nuova concezione), la sua integrale dell’Audi è capace anche di una guida autonoma: il suo cervellone è in grado di guidarla da sola, purché ad una velocità limitata a 60km/h (ad esempio, in un contesto urbano).

Il Salone dell’Auto di Detroit è finalmente iniziato (11 Gennaio 2016) e la Volkswagen continua l’opera di ricostruzione della sua immagine, dopo il Dieselgate, grazie alla Audi h-tron quattro concept, il primo SUV integrale alimentato ad idrogeno.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Di questo veicolo mi piace sia il pilota automatico per i contesti urbani (60 km/h vanno bene nella maggior parte dei casi) che la tecnologia di illuminazione stradale adattiva basata sui laser. Grazie a soluzioni aerodinamiche, la resistenza all'aria è ridotta al minimo e l'autonomia è molto elevata, addirittura 600 km, grazie alla cella alimentata ad idrogeno ed all'accumulatore agli ioni di litio, in grado di erogare anche una potenza supplementare all'auto che, in ogni caso, raggiunge una velocità massima di 200 km/h. Non male, sperando che il suo costo sia accessibile alle masse, cosa alquanto rara quando si parla di veicoli ecologici o simil tali.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!