Iscriviti

Sasha Danilovic accoltellato a Belgrado, è fuori pericolo

Sasha Danilovic, leggenda del basket jugoslavo e attualmente presidente del Partizan Belgrado, è stato accoltellato ieri sera fuori da un ristorante della capitale serba. Operato d’urgenza, ora è fuori pericolo.

Altri sport
Pubblicato il 20 maggio 2013, alle ore 15:24

Mi piace
0
Preferiti
0
Sasha Danilovic accoltellato a Belgrado, è fuori pericolo
Pubblicità
  • correlati
  • commenti

Sasha Danilovic, ex stella della Virtus Bologna e dell’Nba, è rimasto coinvolto in una rissa fuori da un ristorante di Belgrado.

Secondo quanto riportato dai giornali locali, le condizioni di Danilovic, che ha subito un intervento di cinque ore per le ferite riportate alla testa, all’addome, alle braccia e alla mano destra, sono stabili e l’ex cestista è fuori pericolo.

Ma veniamo ai fatti: secondo la moglie Svetlana, anche lei presente nel ristorante, l’aggressore sarebbe Branko Filipovic, amico di Danilovic e proprietario del ristorante. “Filipovic stava litigando con la fidanzata, che lavora nel locale, e la situazione stava degenerando. Sasha e’ l’unico che solitamente riesce a calmarlo, Filipovic non e’ nuovo a incidenti di questo tipo. Quindi Sasha ha tentato di fermarlo ma e’ stato colpito alla testa. Non era nulla di grave e per questo ha rifiutato l’intervento dell’ambulanza, ma non ha minacciato i medici. Poi Filipovic ha perso il controllo e la situazione e’ degenerata, purtroppo non e’ la prima volta che spuntano armi da taglio. Sasha provava a tenergli ferma la mano con il coltello. Branko non e’ ancora venuto in ospedale ma si e’ fatto vivo tramite amici, nessuno sa dove sia ma non ha intenzione di fare resistenza alla polizia. La cosa piu’ importante e’ che le condizioni di Sasha siano stabili e che presto possa rimettersi. Le cose stanno così, altre ricostruzioni sono false».

Sasha Danilovic, attualmente presidente del Partizan Belgrado, vinse quattro titoli europei con la nazionale jugoslava e altrettanti titoli europei con le maglie di Partizan e Virtus Bologna, prima di trasferirsi nell’Nba, dove ha militato nelle file dei Dallas Mavericks e dei Miami Heat.

La virtus Bologna ha voluto comunicare la propria vicinanza al campione serbo con un comunicato: “Appresa la notizia della violenta aggressione subita da Danilovic, la Virtus Bologna si stringe intorno a una delle più grandi bandiere della sua storia, augurandogli di rimettersi al più presto», le righe dettate dal neo presidente delle V nere Renato Villalta.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!