Iscriviti

Boxe femminile: Francesca Moro in rianimazione dopo intervento

Francesca Moro, pugile 26enne di origine padovana, residente a Mestre, è in rianimazione per emorragia cerebrale. Il malore al termine della semifinale del torneo femminile Junior/Youth a Chieti.

Altri sport
Pubblicato il 19 marzo 2017, alle ore 18:43

Mi piace
13
0
Boxe femminile: Francesca Moro in rianimazione dopo intervento
Pubblicità

E’ ricoverata all’ospedale di Pescara e secondo i medici le sue condizioni sono “critiche”, Francesca Moro, 26 anni, pugile di origine padovana, ma residente a Mestre. Da ieri è in coma dopo che si è sentita male al termine della semifinale del torneo femminile Junior/Youth a Chieti.

Francesca è arrivata all’ospedale con un ematoma sottodurale acuto, e subito è stata sottoposta a intervento chirurgico in Neurochirurgia, nelle prossime ore una tac di controllo definirà meglio la situazione, ma ricoverata in Rianimazione, la prognosi per ora resta riservata.

La giovane atleta è intubata, respira con ventilazione meccanica, rimarrà sedata fino a lunedì. I medici stanno monitorando la situazione. Poi si cercherà di capire come Francesca stia rispondendo alle cure.

Francesca studia all’Università di Padova, è un’atleta esperta, da 5 anni ha la tessera per l’UnionBoxe Mestre. Una voce corale sui social invita Francesca a tener duro, come lei sa ben fare. Ieri aveva affrontato sul ring Clara Pucciarelli, 23 anni, tesserata per le Fiamme Oro.

Il consigliere federale e responsabile tecnico del torneo nazionale femminile Junior/Youth e Torneo Femminile Elite che era stato organizzato a Chieti, Sergio Rosa, ha assistito prima al combattimento, poi al malore di Francesca e lo racconta: “Il combattimento si è svolto con una regolarità più assoluta. Un match equilibrato che Francesca ha perso ai punti contro Clara Pucciarelli delle Fiamme oro Lazio. Dopo i saluti si è avviata per uscire dal ring poi quando si è piegata per uscire dalle corde si è sentita male. Fino a quel momento tutto si era svolto normalmente. Niente faceva presagire nulla di quello che è successo”.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Marilena Carraro - Ad una giovane vita, piena di energia e di tenacia, che in un attimo vede la sua vita cambiata, le parole non bastano. Chissà quanti controlli per darle il permesso di salire sul ring, nemmeno questi son serviti. Sul web amici, parenti, conoscenti, fan la sostengono... ecco un clima positivo, attorno a lei, questo forse sì le fa bene, ora.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara

20 marzo 2017 - 09:15:54

Che sport del cavolo il pugilato.

0
Rispondi